LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Dolci natalizi: il Ginger Bread

Pubblicato il 27/12/17 15.55

1-dolci-natalizi-by-Wall-Street-English.jpg

C’era una volta...l’omino di pan di zenzero, in inglese noto come Ginger Bread. Questo famoso dolce nasce nei paesi anglosassoni ed è tipicamente natalizio.

Si tratta di biscotti speziati, solitamente a forma di omino, il cosiddetto gingerman,  o di altre forme natalizie come la stella, l’albero o il fiocco di neve. Evoluzione del semplice pan di zenzero, è particolarmente diffuso nell’Europa del nord. L’origine del nome tuttavia è latina, deriva infatti dalla parola zingiber, che significa appunto zenzero, l’ingrediente che lo caratterizza e gli dà un sapore così originale.

La fama di questo dolce è anche legata a una storia particolare, che probabilmente ha fatto sì che la sua popolarità valicasse i confini della cucina per approdare anche sul grande schermo, ad esempio come personaggio di famosi cartoni animati come Shrek.

 

Le origini: una storia misteriosa

Si dice che questi particolari biscotti speziati siano nati in Armenia nel X secolo dopo Cristo per poi essere esportati dai monaci in tutta Europa, dalla Francia alla Germania e dall’Inghilterra alla Svezia.  

Secondo un’altra versione, invece, il Ginger Bread nasce nel XVI secolo in Gran Bretagna, alla corte di Elisabetta I, la quale amava far preparare questi simpatici biscotti per i suoi ospiti in modo che ricordassero le loro stesse sembianze.

Infine, esiste anche una versione fiabesca per spiegare l’origine di questo dolce tipico, tramandata dalla tradizione popolare delle storie per bambini, in alcune versioni si intreccia persino con la leggenda di Babbo Natale, nei paesi nordici conosciuto anche come St. Nick...

“Run, run, as fast as you can. You can’t catch me, I’m the Gingerbread Man”

 

Filastrocca appartenente al mondo anglosassone, richiama la storia dell’omino di pan di zenzero, infatti la leggenda narra che in una casetta situata nel bosco viveva una donna anziana con suo marito. Mentre la donna era intenta a preparare biscotti allo zenzero a forma di pupazzo, sentì proprio uno di questi chiamarla dal forno chiedendole aiuto. Tuttavia, una volta aperto il forno, per il timore di essere mangiato, l’omino fuggì via esclamando: «run, run, as fast as you can. You can’t catch me, I’m the Gingerbread Man» (corri pure più veloce che puoi, tanto non mi prendi, sono l’omino di pan di zenzero).

Nel corso della sua fuga il Gingerbread Man dovette scappare da numerosi pericoli, dal momento che, essendo molto appetitoso, tutti coloro che incontrava volevano mangiarlo. Nelle fattorie limitrofe incontrò una mucca, un cavallo e un maiale e con tutti scappando ripeteva la stessa cantilena: «run, run, as fast as you can. You can’t catch me, I’m the Gingerbread Man».

Ma un giorno, davanti a un torrente, mentre cercava una soluzione per superare il fiume senza rischiare di inzupparsi, incontrò una volpe, che gli offrì il suo aiuto. L’omino decise così di lasciarsi trasportare sul suo dorso fino alla sponda opposta. A metà del percorso, tuttavia, la volpe disse al biscotto: «l’acqua qui è profonda e se ti bagni ti scioglierai, arrampicati sul mio naso così sarai al sicuro». Fidandosi ingenuamente della volpe, animale asusto, l’omino di pan di zenzero fece come gli aveva detto e la volpe se lo mangiò in un solo boccone!

 

La ricetta

christmas-cookies-553457_1280.jpg 

Ecco la ricetta originale del vero Ginger Bread...in inglese!

Ingredients for 40 biscuits:

  • 400 g of flour
  • 2 teaspoons of ginger
  • 1 teaspoon of cinnamon
  • 150 g of honey (or molasses)
  • 150 g of sugar
  • 100 g of butter
  • 1 egg
  • 1/2 teaspoon of nutmeg
  • 1/2 teaspoon of cloves
  • a pinch of salt

 

Non secondaria la preparazione della glassa. Questo biscotto infatti, soprattutto per la sua storia, ben si presta ad essere decorato con glassa colorata e zucchero:

  • 1 egg white
  • 200 g of powdered sugar
  • food coloring

 

Vocaboli utili:

Flour: farina

Teaspoon: piccolo cucchiaio

Cinnamon: cannella

Nutmeg: noce moscata

Clove: chiodo di garofano

Egg white: albume

Powdered sugar: zucchero a velo, anche detto icing sugar

cinnamon-stars-2938662_1280.jpg

 

Incominciate sciogliendo il burro e mescolandolo in una ciotola insieme a zucchero, miele, sale e spezie, aggiungendo di volta in volta la farina. Amalgamate il tutto e aggiungete l’uovo. Lavorate quindi l’impasto finché non avrà raggiunto una consistenza omogenea. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo in frigorifero per un paio d’ore. Infarinate poi il vostro piano da lavoro per non far attaccare il composto e stendete l’impasto con un mattarello, una volta disteso con cura utilizzate le formine che preferite per ricavare i biscotti. Stendete quindi gli omini sulla carta da forno e infornateli a 180°C per circa 12 minuti, se iniziano a dorarsi leggermente significa che sono pronti.

Mentre raffreddano approfittatene per preparare la glassa: montate l’albume aggiungendo pian piano lo zucchero a velo, dividete poi il composto in diverse ciotole a seconda dei coloranti che volete utilizzare, se optate per il bianco ricordate che non necessita di alcun colorante. Ponete infine la glassa in una sac à poche a punta molto stretta (o se riuscite anche con uno stuzzicadenti) e decorate i vostri omini di zenzero come preferite.  

 

Abbinamenti consigliati: sono perfetti per accompagnare il tè pomeridiano, in particolare gli infusi a base di arancia e cannella.

 

La casetta di marzapane

dolci-di-natale-wall-street-english.jpeg

 

Esistono diverse versioni alternative del classico pan di zenzero tra cui i Pepparkakor, biscotti svedesi di pan di zenzero di varie forme ma più sottili e senza glassa, e la Casetta di marzapane. Nella nostra mente si figura subito l’immagine fiabesca, che è proprio legata alla diffusione di questo dolce. La diffusione della casetta di marzapane, infatti, aumentò nell’Ottocento, soprattutto in Germania, in seguito alla popolarità riscossa dalle fiabe dei fratelli Grimm, in particolare quella di Hansel e Gretel, che nel bosco trovano proprio una casetta fatta di marzapane.

 

Oltre ad essere caratterizzati da un profumo deciso, una forma originale e un sapore unico, gli omini di pan di zenzero possono anche essere una simpatica decorazione. Basta infatti fare un piccolo foro in cima al biscotto per inserire piccoli nastri colorati e appenderlo all’albero di Natale!

Durante le vacanze prova anche tu a sfornare questi tipici biscotti natalizi, se hai intenzione di organizzare una merenda con gli amici per scambiarvi i regali potrebbe essere un’idea originale servire questi simpatici biscotti per accompagnare il tè.  Il loro irresistibile profumo conquisterà tutti!

dolci di natale al forno Wall street English.jpg

 

Argomenti: Travel&Fun

Commenti