LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

L'importanza di sapere l’inglese per raggiungere posizioni manageriali

Pubblicato il 31/01/18 10.34

1wall street imparare inlgese per raggiungere posizioni manageriali.jpg

Al giorno d’oggi il Manager è una figura aziendale complessa, alla quale è richiesto un numero sempre più crescente di abilità e competenze. Un buon manager è un professionista che non smette mai di imparare, che cerca costantemente di crescere e di migliorarsi. In quali ambiti?

 

In questo articolo troverai:
  • L’inglese è la lingua del business e dell’innovazione
  • Le esperienze all’estero aiutano la carriera
  • Le aziende preferiscono investire su profili internazionali
  • I corsi di formazione sono spesso in inglese
  • Quale inglese? L’importanza del Business English e dei linguaggi specifici
  • I consigli di Manageritalia: cinque modi per migliorare il tuo inglese

 

Da quello relazionale a quello del public speaking, una completa e approfondita conoscenza delle lingue straniere (e dell’inglese in particolare) è fondamentale.

Si può sicuramente affermare che la padronanza della lingua inglese rappresenti oggi un vero e proprio asset strategico per la carriera e per la crescita professionale (oltre che personale). Ecco quattro motivi per cui, se ambisci a raggiungere posizioni manageriali, devi approfondire e migliorare la tua conoscenza dell’inglese.

 

 SCEGLI IL CORSO DI INGLESE ENTRO IL MESE: NON TE NE PENTIRAI

 

  1. L’inglese è la lingua del business e dell’innovazione

Oltre ad essere la lingua della comunicazione per eccellenza, l’inglese si va affermando come lingua del business, strumento essenziale per le interazioni tra aziende e professionisti sulla scena globale. Non solo: l’inglese è la lingua dell’innovazione. I settori più promettenti - l’informatica, la tecnologia, l’industria aerospaziale e quella farmaceutica - parlano inglese. Il mondo delle startup comunica in inglese. Per un Manager, questo significa che la padronanza della lingua è essenziale per comunicare con aziende e partner esteri e non perdere alcuna opportunità di crescita aziendale e di business.

 

  1. Le esperienze all’estero aiutano la carriera

Nel processo di ricerca e selezione del personale entrano in gioco moltissimi fattori. Un elemento che sta però emergendo ed acquisendo un’importanza fondamentale negli ultimi anni è rappresentato dalle esperienze internazionali del candidato (di cui la conoscenza dell’inglese è, ovviamente, premessa e requisito indispensabile). Perché?

Le agenzie di selezione del personale sono concordi nell’affermare che un’esperienza di lavoro o formazione all’estero ha importanti effetti positivi sulla formazione culturale e sull’impostazione mentale della risorsa, che diventa in grado di lavorare in un team composito e multiculturale, è in grado di pensare in maniera più complessa e creativa, è generalmente più autonomo, intraprendente e orientato alla crescita.

Oltre all’oggettiva utilità della lingua inglese per comunicare in contesti internazionali, quindi, l’apprendimento di un nuovo idioma e l’immersione in una nuova cultura plasma la mente del soggetto, rendendola più aperta e flessibile: un vero valore aggiunto che permette alla risorsa di essere maggiormente valorizzata e quindi di avanzare nel proprio iter professionale.

 

  1. Le aziende preferiscono investire su profili internazionali

Si può quindi affermare che le aziende preferiscono puntare su profili internazionali. Questo vale sia per le multinazionali, che tendono a scegliere risorse che possano spostarsi senza alcuna difficoltà nelle sedi estere, che per le imprese italiane, che sono sempre più consapevoli di dover adottare una visione internazionale per aumentare la propria competitività. L’internazionalizzazione dell’impresa è un concetto molto ampio, che comprende la possibilità di esportare i propri prodotti all’estero ma anche di individuare nuovi partner e fornitori, o ancora di affidarsi a fonti di finanziamento oltre i confini statali. Per portare avanti questi cambiamenti, occorre una visione ampia e la disponibilità di manager che conoscano l’inglese e che abbiano una prospettiva globale.

 

  1. I corsi di formazione sono spesso in inglese

Formazione continua, lifelong learning: due termini che identificano un’esigenza sempre più sentita dai manager, quella di una crescita e di un apprendimento costante nel tempo, che non rimangano limitati al periodo scolastico e accademico. Il manager oggi è un professionista che cerca costantemente di migliorarsi e di acquisire nuove abilità e competenze. I percorsi di formazione e aggiornamento sono quasi sempre tenuti in lingua inglese: occorre quindi averne una grande padronanza per non perdere occasioni formative importanti, che possono dare una spinta decisiva allo sviluppo della propria azienda o aprire nuove opportunità di carriera professionale.

 

SCEGLI IL CORSO DI INGLESE ENTRO IL MESE: NON TE NE PENTIRAI

 

Quale inglese? L’importanza del Business English e dei linguaggi specifici

Oltre ad un’ottima conoscenza dell’inglese in generale, per raggiungere posizioni manageriali è essenziale perfezionare la competenza nel Business English, che fornisce una terminologia specifica che può rivelarsi utile negli affari e nella comunicazione tra imprese e professionisti.

Esistono poi delle competenze trasversali che possono essere  indispensabili per un Manager, che variano in base al ruolo specifico che egli andrà a ricoprire in azienda, in particolare: english for negotiations (per gestire negoziazioni e contrattazioni commerciali), english for networking (l’inglese utile per sviluppare rapporti umani e professionali), english for telephoning (specifico per chi lavora molto al telefono), english for email (per gestire i contatti prevalentemente via posta elettronica). Assicurati di approfondire dunque questi linguaggi.

 

I consigli di Manageritalia: cinque modi per migliorare il tuo inglese

Assodata l’importanza della lingua inglese, emerge però un problema: come trovare il tempo per studiare la lingua in una giornata lavorativa che, specialmente quando si mira a posizioni manageriali, è sempre frenetica? Flessibilità di luogo e orario e modalità nuove di apprendimento interattivo sono la soluzione. Manageritalia, associazione professionale dei manager, ha stilato un elenco di 5 consigli utili, che ti riassumiamo:

  1. guardare film e serie Tv in inglese -  lo studio della lingua non deve per forza essere noioso. Oggi, grazie alla smart tv e ai contenuti multimediali on demand, hai la possibilità di accedere in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo a film e programmi in lingua originale. Perché non approfittarne? Per i passaggi più complicati, puoi eventualmente decidere di aggiungere i sottotitoli in inglese o in italiano.
  2. viaggiare – immergersi nella realtà di un paese anglosassone è sempre il miglior modo per approfondire la conoscenza della lingua. Meglio ancora se il viaggio è calibrato per essere una full immersion nell’inglese, magari con un corso di business english tarato sulle singole esigenze professionali.
  3. frequentare i migliori corsi online -  anche la tecnologia può rivelarsi d’aiuto. Al giorno d’oggi le migliori scuole di lingue offrono corsi completamente online, flessibili e fruibili in qualsiasi momento della giornata per adattarsi alle esigenze personali di ognuno.
  4. sfruttare le app – se fatichi a trovare spazio per la formazione, un altro importante aiuto viene dalle app che permettono di studiare la lingua in modo personalizzato e nei tempi e nei modi impostati dall’utente. In questo modo  puoi avere la tua scuola di inglese a disposizione dove vuoi e quando vuoi, da sfruttare, ad esempio, durante i momenti di attesa o sui mezzi pubblici.
  5. frequentare gruppi internazionali – all’interno dei social network dedicati ai professionisti, come ad esempio LinkedIn, si trovano diversi gruppi internazionali in linea con diversi ruoli aziendali, settori e interessi. Lo scambio di opinioni tra i membri, oltre a consentire l’aggiornamento continuo e l’apertura di nuove opportunità professionali, permette di migliorare la conoscenza della lingua inglese focalizzandosi sui termini più usati nel proprio ambito.

Aspiri a diventare un manager di successo? Oppure sei interessato a internazionalizzare la tua azienda? Scarica l’ebook “‘L’internazionalizzazione dell’impresa” per conoscere nel dettaglio questo importante processo di cambiamento.

 

VISUALIZZA L'EBOOK

 

Argomenti: Education & Career

Commenti