LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

September mood, tra malinconia e buoni propositi

Pubblicato il 16/09/16 10.00

L’estate ci porta tutti in vacanza: sospeso il lavoro, la palestra e (a volte) il corso di inglese! Poco importa se facciamo un viaggio studio negli Stati Uniti o se andiamo nella località di mare proprio fuori città, se partiamo con gli amici o stiamo in famiglia, possiamo persino restare a casa. Qualunque cosa facciamo o non facciamo l’estate “ci porta via”.

E lontani dalla routine, fisicamente e/o mentalmente, i nostri desideri si fanno più chiari, le preoccupazioni, dopo qualche bagno di sole si abbronzano pure loro, e a settembre torniamo carichi di progetti e nuovi inizi.

Settembre assomiglia un po’ a gennaio, e come esistono le New Year’s Resolutions* all’inizio dell’anno, così ci sono i buoni propositi di settembre per l’inizio dell’anno accademico, scolastico, lavorativo ecc.

Il september mood è un umore malinconico (chi non vorrebbe che fosse sempre estate?) ma porta con sé anche qualcosa di frizzante che ci mette voglia di novità, la voglia di ricominciare: con la palestra, una lingua, il ballo o la cucina.

Per moltissimi di noi settembre è il momento giusto per iniziare il tanto desiderato corso di inglese. Alcuni lo fanno come sfida professionale, per riuscire a a trovare un lavoro o a migliorare la posizione lavorativa. Per altri è una sfida personale, ed è altrettanto importante. Prendiamo ad esempio tutte le persone che vorrebbero imparare l’inglese, ma sono bloccate da brutte esperienze di apprendimento a scuola. O tutti quelli che hanno proprio voglia di migliorarsi, ma non trovano mai il tempo per se stessi. Di certo ne conoscete molti anche voi.

L’inglese diventa sempre meno un “accessorio” da mostrare o un “plus” da avere nel curriculum e sempre più una necessità.

Quando si parla di mondo globalizzato, infatti, non si parla soltanto del mondo del lavoro. Basta accendere la TV o navigare su internet, basta comprare il giornale per accorgerci di quante cose ci perdiamo se non sappiamo l’inglese. La sfida è di importanza vitale per i giovani, ma non è meno significativa per tutti gli altri. Non c’è età né “ma” che tenga: l’inglese è importante.

E tu quali buoni propositi hai per questa estate? 

Considera la possibilità di fare una nuova esperienza dell'inglese, lasciandoti coinvolgere da un'atmosfera amichevole e internazionale, scordando i limiti che pensi di avere e facendoti "portare via" dall'inglese. 

Ti aspettiamo a Wall Street English!

 

* New Year’s Resolutions: buoni propositi per il nuovo anno

Argomenti: Travel&Fun, Education & Career

Commenti

Non perderti nessun contenuto: