LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Shopping invernale con Wall Street English Milano

Pubblicato il 26/01/16 15.43

Questo mese, Wall Street English Milano si è interessato di un argomento che un paio di volte all’anno è sulla bocca di tutti, parola d’ordine: shopping. Se esiste un filo sottile che collega quasi tutti I paesi del mondo e accomuna persone ed interi popoli è sicuramente lo shopping.  Vestiti, scarpe, tecnologia, biancheria per la casa: non importa cosa, l’importante è comprare, soprattutto durante i saldi! Le opinioni degli studenti in merito, dateci durante una delle attività dedicate, sono varie: c’è chi non vede l’ora di buttarsi nella mischia per accaparrarsi un capo tanto desiderato e chi invece cerca di stare alla larga dalle tentazioni.

Qui in Italia la data ufficiale per l’inizio dei saldi è stata il 5 gennaio, e ha visto fin dal primo giorno, soprattutto a Milano e a Roma, centinaia di persone in coda fuori dai negozi, pronte a sgomitare per accaparrarsi l’affare migliore. In particolare, bisogna ammetterlo, siamo noi donne a farci prendere dalla “febbre dell’acquisto”, arrivando a fare (e a spendere!) vere follie.

In Inghilterra, invece, e in generale nei paesi anglofoni, i saldi iniziano prima. A dare il via allo shopping matto e disperatissimo è infatti il cosidetto Black Friday: celebrato l’ultimo venerdì di novembre, consiste in 24 ore di supersconti, seguite a partire dal mese successivo dai classici saldi. Si tratta di un’usanza originaria americana che ha preso piede in larga misura anche nei paesi britannici, dove i cittadini cominciano a mettersi in coda davanti ai negozi a partire addirittura dalla sera prima, e la quantità di persone riversate nei negozi nella giornata del venerdì è al limite del concesso, e gli incidenti e i malori sono molto frequenti.

Tuttavia, per tutti gli “shopaholics” che si rispettino, i malati di shopping,  Londra è una meta immancabile in periodo di saldi. Vi basterà una passeggiata per Carnaby Street e un pomeriggio nel centro commerciale di Westfield (un piccolissimo centro di soli 265 differenti negozi!) per non voler più tornare a casa; ed è ovviamente anche un’ottima scusa per fare un po’ di pratica con il vostro inglese!

Argomenti: Travel&Fun

Commenti