LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Intervista a un nostro studente del centro Wall Street English di Genova

Pubblicato il 31/05/18 15.12

Apprendere una lingua è come fare un viaggio alla scoperta di qualcosa di nuovo, un viaggio che inizia con la consapevolezza di voler raggiungere una meta, ignari però di tutte le tappe intermedie, delle salite e delle discese, degli incontri che si faranno...una vera e propria avventura, un’esperienza da vivere e condividere, con il piacere di poterla poi raccontare.

Emanuele WSEWall Street English Genova è orgogliosa di condividere l’esperienza di Emanuele, che dopo un’avventura con l’inglese di 5 anni, ha raggiunto la meta finale del suo viaggio, raggiungendo il livello più alto del suo corso di inglese.  Proprio per questo abbiamo fatto qualche domanda ad Emanuele sul suo percorso, le sue impressioni, i suoi progetti e quello che abbiano condiviso con lui.

Vi presentiamo Emanuele.

 

  • come ti sei trovato?

Benissimo! Ho studiato per più di 5 anni presso Wall Street English a Genova, durante i quali ho avuto modo di conoscere tante persone diverse che si sono succedute in questi anni, sia tutors che teachers, e tutti sono sempre stati straordinari con me, sempre super gentili e disponibilissimi.

 

  • ti è piaciuto frequentare i nostri corsi di inglese?

Assolutamente! è sicuramente stato uno dei miei migliori investimenti, se non il migliore sinora. Il segreto del metodo Wall Street è che ti insegna l’inglese senza annoiarti. Almeno io personalmente ho sempre frequentato con piacere sia le activities a scuola che le lezioni a casa, prendendolo sempre come un hobby, e ho imparato l'inglese senza nemmeno accorgermene. E' una cosa difficile da mettere in pratica, nonché molto rara da trovare, perciò tanti complimenti, davvero!!

 

  • li consiglieresti ai tuoi amici?

Assolutamente sì, lo consiglierei a chiunque, cosa che ho già fatto sinora tra l'altro!

 

  • quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Attualmente ho 28 anni, sono laureato in Giurisprudenza e sono un praticante avvocato. Spero di superare l'esame di avvocato il più presto possibile per poter iniziare a lavorare. Il mio sogno sarebbe quello di lavorare nel Diritto Sportivo, un settore molto dinamico che potrebbe portarmi a viaggiare o in generale a dovermi relazionare con tante persone anche all'estero, e in questo l'inglese sicuramente mi potrà essere di aiuto.

 

  • come ti senti ora che hai raggiunto il tuo obiettivo?

Molto felice ed orgoglioso di me stesso per esserci riuscito, anche se come ho detto è merito anche del metodo Wall Street che non me lo ha fatto pesare per niente, anzi! Però, sono anche un po' triste a dir la verità, perchè devo lasciare un gruppo fatto di gente fantastica, il tempo è davvero volato..!

 

  • pensi che i nostri corsi ti abbiano aiutato a sentirti più sicuro nel parlare inglese?

Assolutamente sì, l'ho anche sperimentato nei viaggi all'estero che ho fatto recentemente, in particolare a Copenaghen e in Inghilterra. Se non avessi imparato l'inglese sarebbe stato molto complicato riuscire a destreggiarsi anche nelle piccole esigenze quotidiane.

 

  • descrivi "Wall Street English" in tre parole:
  1. Seria;
  2. fa la Differenza, nel senso che impari l'inglese davvero;
  3. Fantastica, per l'ambiente e il metodo di studio.

 

  • cosa pensi dello staff?

Come ho detto prima, sono sempre stati straordinari con me, sempre super gentili e disponibilissimi. Ed è una cosa rara, purtroppo, trovare una simile accoglienza in giro, per cui li ringrazio tutti doppiamente. Si vede quando c'è la passione dietro alle persone che lavorano, ed è una cosa che secondo me va apprezzata e sottolineata.

 

  • se potessi scegliere una qualunque destinazione nel mondo per parlare inglese, quale sceglieresti? Perchè?

Sceglierei l'Inghilterra, perchè secondo me solo parlando con i veri madrelingua potrei perfezionare ulteriormente il mio inglese con quelle espressioni, anche gergali e quotidiane, che inevitabilmente mi mancano e che potrei acquisire solamente in loco, oltrechè poter correggere la mia pronuncia nel modo migliore.

 

  • pensi che ti sentiresti sicuro di te?

Sicuro al 100% è impossibile, ma sicuramente affronterei la situazione senza preoccupazione.

 

  • pensi che la tua carriera lavorativa possa risentire in modo positivo del tuo livello di inglese?

Come accennavo prima, nel settore dove ambisco a lavorare potrebbe essermi di grande aiuto. Ma in generale l'inglese può solo che essermi di aiuto. Come ho sempre detto io ho scelto di impararlo meglio principalmente per piacere personale, per viaggiare e per comunicare con chiunque senza problemi; quest’ultima in particolare era una limitazione che mi dava parecchio fastidio.

Poi senza dubbio anche nel lavoro sicuramente potrà essermi utile, anche quando meno me lo aspetterò.

 

  • ci puoi raccontare qualche aneddoto riguardante l'inglese?

Questo dovreste chiederlo a mia mamma. A lei l'inglese è sempre piaciuto, credo soprattutto perchè lei adora viaggiare e quindi di conseguenza deve poter comunicare e sapersi destreggiare nei luoghi che visita. Quando era ragazza ha anche fatto qualche mese a Londra lavorando in un hotel per impararlo meglio, peccato che lo abbia un po’ trascurato, abitasse a Genova la manderei alla Wall Street ad impararlo come ho fatto io.

Sin da quando ero bambino ha sempre tentato, invano, per tanti anni di mandarmi ad una scuola di inglese a Sanremo, la mi città natale, ma alla fine ha dovuto desistere.

Sino a 5 anni fa, quando ricevette una mia chiamata dove dal nulla le chiedevo: "mamma, vorrei imparare l'inglese bene e seriamente, pensavo di andare in una scuola qui a Genova di cui mi hanno parlato bene, cosa ne dici?", ho sentito un attimo di silenzio dall'altra parte della cornetta, lei credeva che io stessi scherzando! ahah quando ha capito che facevo sul serio era quasi più felice di me!

La verità è che prima non avevo mai avuto lo stimolo necessario per poterci mettere davvero la passione e la dedizione che poi si è resa necessaria per arrivare sino a dove sono arrivato (sono partito dall'unità 9 e sono giunto alla 80, l’ultima), che mi è scaturito solo quando io da solo mi sono reso conto io, per esperienze personali, che se non avessi imparato l'inglese, a parità di "skills" avrei avuto sempre meno "qualifications" di qualcun altro, e così ho deciso di inziare.

A quel punto mi serviva solo azzeccare il metodo giusto, quello che mi avrebbe fatto prendere l'inglese come un "hobby" e non come un "lavoro" o un noioso compito a casa, tipico delle lezioni di inglese che fa a scuola (quella “ordinaria-statale” intendo. E per fortuna mi sono rivolto al provider giusto, Wall Street English appunto, che come ho detto me lo ha sempre e solo fatto piacere.

Se vuoi anche tu frequentare la nostra scuola, scopri i nostri corsi di Inglese e scegli quello più adatto a te.

 SCOPRI DI PIÙ >>

Argomenti: Education & Career

Commenti