LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Perché i tuoi dipendenti dovrebbero seguire un corso di inglese

Pubblicato il 11/10/17 11.05

corso-di-inglese-per-dipendenti.jpg

 

In questo articolo troverai:
  • I miei dipendenti hanno bisogno di un corso di inglese?
  • Inglese: lingua del presente (e del futuro)
  • La chiave di volta per la crescita aziendale
  • I vantaggi dei corsi di inglese aziendali: una crescita professionale e umana continua
  • La necessità di un aggiornamento costante
  • La possibilità di accedere alla formazione finanziata per i corsi di inglese aziendali

 

I miei dipendenti hanno bisogno di un corso di inglese?

“Devo pensare a corsi di inglese per i miei dipendenti?” La risposta, qualsiasi sia il settore in cui la tua azienda opera, è nella stragrande maggior parte dei casi .

In mercati sempre più globali, la lingua inglese è ormai strumento indispensabile per interfacciarsi con tutti gli attori della filiera, dai partner commerciali ai fornitori, fino ai consumatori finali. Può essere la leva strategica che permette alla tua azienda di affacciarsi (o affermarsi) sulla scena globale, acquisendo un vantaggio sui concorrenti. Può essere lo strumento per aumentare la fidelizzazione e la soddisfazione dei clienti, un modo per ridurre al minimo incomprensioni e disservizi nelle transazioni con l’estero e non solo: l’inglese permette di valorizzare le risorse interne, puntando sulla loro crescita umana e professionale.

Se stai valutando la possibilità di organizzare corsi di inglese per i tuoi dipendenti, ecco alcune riflessioni e utili spunti da prendere in considerazione. Non dimenticare che, grazie ai Fondi paritetici interprofessionali nazionali per la formazione continua e al Fondo Sociale Europeo, hai a tua disposizione diverse strade per finanziare i corsi aziendali: nell’ultimo paragrafo puoi scoprire come accedervi.

 

Inglese: lingua del presente (e del futuro)

Da oltre un secolo, l’inglese è la lingua franca a livello globale. Questo non significa che sia la più diffusa in assoluto: il primato appartiene infatti al cinese mandarino, parlato da ben 848 milioni di madrelingua e circa 1 miliardo e 200 milioni di persone in generale) seguito dallo spagnolo (con 405 milioni di madrelingua e una diffusione capillare nei cinque continenti). Ma, sebbene le persone che parlano inglese siano “soltanto” 360 milioni (questa cifra è relativa ai native speakers, ai quali vanno aggiunti circa 500 milioni di persone che lo utilizzano come seconda lingua), essa si è affermata come idioma delle comunicazione per eccellenza, oltre che standard della comunicazione tecnica, specialistica e professionale, nei più disparati settori.

Non solo: l’inglese è la lingua dell’innovazione. I settori più promettenti - l’informatica, la tecnologia, l’industria aerospaziale e quella farmaceutica - parlano inglese. Il mondo delle startup comunica in inglese. I dati dicono che le nazioni che possiedono una migliore padronanza dell’inglese investono di più in ricerca e sviluppo, hanno percentuali più alte di tecnici e ricercatori e tendono ad essere i maggiori esportatori di prodotti ad alta tecnologia.

SCOPRI I CORSI DI INGLESE PER LE AZIENDE

 

La chiave di volta per la crescita aziendale

È un dato di fatto: la conoscenza dell’inglese fa la differenza nel mondo del lavoro, ormai in ogni settore. La competenza linguistica e comunicativa in inglese abbatte le barriere comunicative, dà accesso ad un più ampio bacino di informazione, favorisce i processi di internazionalizzazione, ormai inevitabili ed essenziali nei più diversi ambiti.

L’inglese aumenta esponenzialmente le opportunità di business all’estero, ovviamente non solo nei paesi anglofoni ma, realmente, in tutto il mondo: l’inglese va sempre più affermandosi come lingua neutra, lingua della comunicazione e, cosa ancor più importante, come lingua dell’innovazione, in ogni settore. Conoscere e utilizzare l’inglese permette all’azienda di acquisire un vantaggio competitivo sul proprio mercato, di espandersi e di aumentare produttività e guadagno. Come? In un mondo sempre più globalizzato, l’inglese permette di:

  • guardare oltre il mercato nazionale ed effettuare nuove vendite all’estero;
  • accelerare la penetrazione del mercato;
  • comunicare efficacemente con fornitori e partner commerciali;
  • comunicare efficacemente con i clienti, fidelizzandoli e aumentando la loro soddisfazione;
  • ridurre i costi dei contatti e delle transazioni internazionali, minimizzando incomprensioni e disservizi;
  • uniformare la comunicazione interna.

Avere risorse interne che padroneggiano la lingua inglese, poi, accresce notevolmente il prestigio internazionale dell’azienda.

Un’azienda che sceglie di non investire sulla formazione linguistica dei propri lavoratori limita quindi notevolmente le proprie possibilità di crescita e sviluppo. Oggi, più che mai, l’orizzonte è il mondo!

I vantaggi dei corsi di inglese aziendali: una crescita professionale e umana continua

Formazione continua, lifelong learning: due termini che identificano un’esigenza sempre più sentita, quella di una crescita e di un apprendimento costante nel tempo per il personale aziendale, che non rimangono limitati al periodo scolastico e accademico. Questo, per un’azienda, si traduce nella necessità di fornire nuovi strumenti e di aggiornare le competenze e le abilità dei dipendenti, a tutti i livelli e in ogni momento del loro percorso lavorativo. Un corso di inglese può essere l’occasione di valorizzare le proprie risorse, puntando sulla loro crescita umana e professionale: è un atteggiamento fondamentale per ogni azienda che guarda al proprio dipendente non solo come lavoratore, ma come persona.

La necessità di un aggiornamento costante

Sei convinto che tutti i tuoi dipendenti sappiano bene l’inglese? Può essere vero, ma non bisogna trascurare l’importanza dell’aggiornamento. La lingua, se non esercitata, si perde facilmente. Un corso di inglese aziendale permette di ovviare a questo problema. Ovviamente, occorre scegliere una scuola che sappia testare il livello d'inglese di partenza, i bisogni e le lacune di ogni dipendente, per predisporre corsi mirati, con obiettivi precisi e differenziati per ciascuno; che sia in grado di focalizzarsi sul vocabolario e sulla terminologia specifica del settore in cui la tua azienda opera: insomma, una scuola che sia in grado di dare a ogni dipendente i giusti stimoli e gli strumenti per fare meglio il proprio lavoro, in un’ottica sempre più internazionale.  

 

La possibilità di accedere alla formazione finanziata per i corsi di inglese

Un ultimo aspetto da considerare, di certo non trascurabile, è la possibilità di accedere a corsi di formazione finanziata. Grazie ai Fondi paritetici interprofessionali nazionali per la formazione continua hai la possibilità di erogare ai tuoi dipendenti corsi di inglese completamente gratuiti.

Come funziona? Trovi tutti gli approfondimenti a questo articolo:Formazione finanziata in Italia: come sfruttarla per la tua azienda

I Fondi paritetici interprofessionali nazionali per la formazione continua utilizzano lo 0,30% dei contributi che la tua azienda versa all’Inps per organizzare piani di formazione per i tuoi dipendenti. L’adesione ad un fondo non prevede alcun contributo aggiuntivo da parte dell’azienda e deve essere indicata nel Modello di denuncia contributiva DM10/2I. I finanziamenti vengono erogati in Conto Formazione (una specie di salvadanaio virtuale in cui confluiscono le somme che potrai utilizzare per organizzare i corsi di formazione) o in Conto Sistema (le somme vengono raccolte dal Fondo che indice bandi a cui puoi partecipare). Per accedere ai finanziamenti dovrai redigere piani e progetti di formazione che saranno valutati dal Fondo.

 

SCOPRI I CORSI DI INGLESE PER LE AZIENDE

Argomenti: Business English, Education & Career, Inglese per Aziende

Commenti