LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Inglese commerciale: tutto quello che devi sapere per crescere professionalmente insieme al tuo team

Pubblicato il 18/07/22 8.15

L’inglese commerciale, o Business English, è per sua definizione quell’insieme di vocaboli lessicali e forme espressive formali ed informali che appartengono all’ambiente del mondo aziendale e commerciale. Se lavori per un’azienda che commercia con l’estero, una multinazionale oppure se sei all’interno di un’agenzia di consulenza, ti sarà sicuramente capitato di affrontare meeting in inglese con clienti o colleghi stranieri.

E, se ti trovi in questo articolo, significa che hai già intuito l’importanza di possedere una solida conoscenza del glossario di inglese commerciale, per affrontare tutte le declinazioni che una conversazione può prendere in ambito business.

pillar-business-english

 

 

Qui troverai numerosi spunti che ti mostreranno i vantaggi di studiare l’inglese per il business:



SCOPRI I CORSI DI INGLESE PER LE AZIENDE

Prontuario di Business English

Considerando il contesto internazionale con cui le aziende si interfacciano tutti i giorni, diventa necessario avere a disposizione un supporto pratico per destreggiarsi in ogni situazione. 

Leggi il nostro prontuario: troverai consigli pratici e utili per migliorare da subito il tuo inglese commerciale. 

Frasi utili e vocabolario per ogni circostanza

È inutile negare che avere la risposta pronta è una qualità molto apprezzata e a volte invidiata dalla maggior parte delle persone. E se questa qualità si sposa con la padronanza dell’inglese conversativo ci si trova di fronte a una combinazione efficace in ogni situazione.

Se però trovare la frase giusta al momento giusto in inglese non ti è semplice come in italiano, può essere strategico avere un prontuario di espressioni utili e di circostanza ben consolidate nella tua memoria, così da poterle utilizzare al bisogno.

Nell’articolo Business English: frasi, parole utili ed esercizi pratici sono stati presi in considerazione due scenari tipici: il primo considera dialoghi che possono avvenire all’interno di un negozio, il secondo durante una Conference Call. Anche nell'articolo Frasi in Inglese per parlare con clienti stranieri puoi trovare espressioni utili per gestire velocemente situazioni tipo con clienti.

Tieni conto che il Business English è un linguaggio tipicamente settoriale e si compone di una vastità di termini e modi di dire specifici inerenti all’inglese commerciale, che sono fondamentali per comunicare con i vari interlocutori che puoi incontrare.

In Business English Vocabulary: un glossario completo dei termini utili presentiamo un insieme di termini che afferiscono a:

  • Mondo aziendale
  • Ruoli Aziendali
  • Verbi utili sul posto di lavoro
  • Termini per parlare di occupazione e stipendio
  • Riunioni
  • Abbreviazioni tipiche del business

Più farai pratica insieme ai tuoi colleghi più si rafforzeranno la sicurezza e la padronanza del Business English.

La struttura dell’azienda: i ruoli aziendali in inglese

Spesso per descrivere il lavoro svolto da un collaboratore o da un manager è necessario rivolgersi o parlare di funzioni specifiche in inglese.
Qui trovi alcune delle principali definizioni inerenti alle qualifiche professionali in inglese:

  • CEO, Chief Executive Officer è il Direttore manageriale
  • Chairman, Presidente del consiglio di amministrazione
  • CFO, Chief Finance Officer è il Direttore Finanziario
  • HR Director, Direttore Risorse Umane
  • R&D Manager, Research & Development Manager, Direttore del reparto ricerca & sviluppo
  • Project Manager, figura responsabile di uno o più progetti aziendali
  • Account Manager, responsabile della gestione delle vendite e dei rapporti con i clienti
  • Executive, impiegato che svolge funzioni operative
  • Intern o Trainee, lo stagista

Queste e altre figure sono approfondite nell’articolo Come definire ruoli e qualifiche aziendali in inglese dove oltre alla traduzione troverai anche una descrizione puntuale dei ruoli più frequenti e richiesti anche nelle candidature.

Come scrivere una mail di lavoro in inglese

Sapere come si scrive un’email formale in inglese è una delle capacità linguistiche che chiunque dovrebbe avere all’interno dell’ambiente di lavoro.

Ci sono alcune accortezze, come un testo poco arzigogolato e l’uso delle formule di cortesia, che sono davvero fondamentali per la buona riuscita di una mail di lavoro che possa varcare i confini.

A livello pratico ti suggeriamo di prestare attenzione a:

  • Subject Line - Oggetto, fornisci sin da subito un messaggio chiaro e preciso, che rimandi al motivo per il quale stai scrivendo.
  • Formule di apertura, come ad esempio: Dear Sir/Madam oppure To whom it may concern – a chi di competenza
  • Formule di chiusura, non concludere solamente con i saluti, accompagna la chiusura della mail con formule di cortesia come ad esempio “I look forward to hearing from you soon”

Ricordati di rileggere sempre la mail e soprattutto di… non scordare gli allegati!

Descrivere la propria azienda ad altri e presentare al meglio il business

Nel momento in cui ti trovi a descrivere il business in cui operi a collaboratori esterni o persone che non sono madrelingua inglesi, può essere difficile capire effettivamente cosa fa la tua azienda.

Riuscire a esprimere le dinamiche del settore e del lavoro quotidiano è una sfida linguistica. Ti sarà necessario conoscere i job sectors, non eccedere con termini tecnici e farti aiutare da materiali grafici di supporto. 


Specialmente quando un’azienda vuole lanciare i propri prodotti verso mercati esteri, la lettera formale in inglese diventa uno strumento fondamentale per presentare il proprio business. 

Ci sono alcuni aspetti fondamentali da tenere in considerazione quando approcci una lettera o email di questo tipo:

  • Semplicità: considera che dovrà essere breve e lineare, in modo che le informazioni salienti che vuoi comunicare siano immediatamente individuabili per il tuo lettore. In particolare usa forme linguistiche dirette
  • Engagement: metti al centro della tua email non il tuo business ma l’interlocutore, focalizzandoti su come i prodotti e servizi offerti dall’azienda possono portare dei vantaggi
  • Ortografia e grammatica: evita gli errori, assicurati che qualche tuo collega madrelingua rilegga il tuo contenuto prima di inviarlo, ne va della professionalità che vuoi trasmettere
  • Cura dei dettagli: dalla scelta di un font chiaro e leggibile, al controllo degli allegati, delle informazioni di contatto all’oggetto della mail senza errori

In Come si scrive una lettera di presentazione aziendale in inglese ti indichiamo tutti gli elementi principali da seguire e ti forniamo un esempio completo.

Report aziendali in inglese, come scriverli e commentarli senza errori

Principe indiscusso delle documentazioni ufficiali per l’azienda, il report rientra tra gli strumenti operativi indispensabili per basare ogni scelta su dati analitici.

I dati sono la motivazione che può spingere un’azienda a espandersi verso un nuovo mercato, oppure rivedere determinate voci di spesa, per questo è fondamentale che siano esposti, in inglese, in modo chiaro e comprensibile a tutti coloro che ne devono fruire.

Un report spesso non va solamente scritto, ma va anche presentato, interpretato e commentato. Per aumentare la sua efficacia deve essere un documento sintetico e di immediata comprensione.

Struttura il tuo report secondo questa scaletta:

  • Title Section, scegli un titolo chiaro e parlante, che esprima in poche parole il lavoro svolto. Considera l’uso di un sottotitolo per un livello di dettaglio aggiuntivo. 
  • Summary, deve riassumere tutto il lavoro . Si tratta di una sorta di abstract del tuo report
  • Introduction, qui entri nello specifico della situazione antecedente all’analisi, esponi i problemi e i dati iniziali
  • Body, qui esponi tutte le voci dell’analisi, delle tecniche utilizzate, la ricerca. Fai uso di sottotitoli introduttivi
  • Conclusion, raccogli quanto è emerso
  • Recommendations, inserisci qui i next steps e le strategie da implementare alla luce di quanto elaborato nelle conclusioni
  • Appendices, voci e slide aggiuntive di approfondimento che integrano la lettura del report

come-scrivere-un-report-in-inglese

Approfondisci ognuna delle voci al seguente articolo Scrivere un report in inglese: la terminologia tecnica da utilizzare.

I report rappresentano anche l’opportunità per commentare e proporre eventuali soluzioni, ma è facile cadere nel rischio di una presentazione piatta, specialmente se non si dispone di un lessico inglese che possa arricchire la tua performance espositiva.

Ricorda, l’attenzione di chi ascolta tende a diminuire dopo i primi minuti. Per evitarlo cerca di variare il ritmo della tua esposizione, servendoti di esempi e preparandoti alcune citazioni ad effetto.

Nell’articolo Mostrare e commentare report aziendali in inglese ti aiutiamo ad approfondire il tema con espressioni ed aggettivi che ti faranno ottenere l’attenzione del tuo pubblico e gestire gli imprevisti.

Come tenere un meet in inglese e fare un’eccellente presentazione 


Un report può essere presentato anche online, anzi è davvero molto frequente organizzare una meeting call in cui esporre i dati del lavoro.

Sai quanti sono i verbi che puoi utilizzare per organizzare una riunione? Almeno 7 e te li abbiamo elencati:

  • Convocare una riunione: to call/fix a meeting
  • Pianificare una riunione: to plan/arrange/set a meeting
  • Partecipare a una riunione: to attend a meeting
  • Presiedere una riunione: to chair a meeting
  • Rinviare una riunione: to reschedule/postpone a meeting
  • Cancellare una riunione: to cancel/call off a meeting
  • Concludere una riunione: to close/conclude a meeting

Le best practice per organizzare un video meet aziendale vanno dal ricordare di fissare un reminder al gestire cambiamenti improvvisi in diretta.

Anche in questo caso frasi come “I regret to inform you that our meeting is canceled” sono importanti da padroneggiare per destreggiarsi facilmente tra le varie evenienze.
Te le diciamo in modo approfondito in Come organizzare un meeting aziendale in inglese, un articolo che potrà fornirti qualche dritta e magari farti fare la differenza durante le call con i tuoi colleghi.

SCARICA L'E-BOOK SUL BUSINESS VOCABULARY

L’inglese commerciale ti permette di far evolvere la tua carriera

L’inglese per il business non è utile solo per affrontare le attività aziendali di tutti i giorni, ma ti è indispensabile anche per cercare lavoro all’estero o per stabilire buoni rapporti con i propri colleghi quando ci si trova in un contesto internazionale.

Non è solo una questione di grammatica e di lessico, si tratta di una skill che si lega anche alla tua curiosità verso la cultura british e US, e alla percezione che hai delle tue capacità.

Life is 10% what happens to you and 90% how you react to it diceva Charles R. Swindoll.
“La vita è per il 10% quello che ti accade e per il 90% il modo in cui reagisci” è un mantra che potrai ripetere a te stesso o ai tuoi colleghi ogni volta che ci saranno difficoltà da affrontare.

Specialmente quando dovrai scrivere il tuo CV avere un atteggiamento positivo come espresso dalla citazione ti sarà utile per elencare al meglio le tue competenze ed andare dritto al punto. 

Come scrivere un curriculum in inglese

Presentare le tue esperienze lavorative in un inglese efficace è il primo passo verso un avanzamento di carriera, all’estero o all’interno di organizzazioni multinazionali.

CV-WSE
Il contesto anglosassone presenta caratteristiche e regole differenti rispetto al modo in cui si è soliti scrivere il curriculum in Italia.

Una delle sezioni più importanti e valutate dai recruiter è quella delle tue Skills.

 

Qui esponi le tue abilità, che possono essere anche non direttamente legate alla sfera professionale.

Competenze linguistiche - un buon cv in inglese diventa quindi una testimonianza tangibile - competenze di problem solving, di team working… sono tutte skills che denotano chi sei e che peseranno nel punteggio di valutazione dei recruiters. In Scrivere un CV in inglese: esempi pratici puoi approfondire la struttura del curriculum.
Ricordati comunque che un CV, anche all’estero, può ottenere maggiori opportunità se corredato da una buona lettera di presentazione (cover letter) 

Come scrivere una lettera di presentazione in inglese

La tua lettera di presentazione in inglese deve essere scritta naturalmente in linguaggio formale, e non è consigliabile fare una semplice traduzione letterale di quello che solitamente scrivi nella versione italiana.

Cerca di utilizzare uno stile pulito, evita le forme troppo arzigogolate. In generale la lettera deve rappresentarti prima di arrivare al colloquio a tu per tu. Il suo obiettivo è riassumere chi sei, spiegando il settore in cui hai operato e la tua esperienza professionale.

Non eccedere in lunghezza, puoi dividere in paragrafi ideali che ti aiuteranno nella struttura:

  • Dopo la formula iniziale Inizia presentandoti e dicendo qual è la tua posizione attuale: lavori già nella mansione, hai appena concluso una collaborazione o se sei studente? 
  • Spiega per cosa ti stai proponendo, facendo capire che hai letto bene la candidatura
  • Inizia a esporre le tue competenze ed esperienze, e se hai buona conoscenza del settore e sai di possedere delle skills che sono fondamentali per ottenere il lavoro spingi questo punto.
  • Avvisa che in allegato troveranno il tuo CV
  • Concludi in positivo, potresti dire che sarai molto lieto di rispondere a eventuali domande e che puoi fornire referenze su richiesta. 
  • Saluta e firma


Deve invogliare il recruiter a conoscerti, quindi dedica tempo a indagare le tue motivazioni e il tuo valore aggiunto per la posizione a cui ti candidi.

SCOPRI IL NOSTRO CORSO PER IL BUSINESS ENGLISH

L'inglese per professionisti 

Dato che abbiamo parlato di recruiters e di come scrivere un curriculum in inglese, è bene proseguire con il tipo di inglese che può aiutare le tue skills.

Se sei un professionista che opera a livello internazionale, oltre ad avere un ottimo livello di inglese, devi anche sapere padroneggiare i termini specifici relativi al tuo campo lavorativo. Ambiti come quelli medici, legali, finanziari ed economici utilizzano, infatti, un vocabolario proprio che è assolutamente indispensabile conoscere a fondo. 

Esprimersi utilizzando la terminologia tecnica corretta è sinonimo di professionalità, soprattutto in questo periodo in cui sempre più professionisti Italiani decidono di andare a lavorare all’estero. 

Questo, però, diventa ancora più importante nel caso del Medical English o del linguaggio legale nei quali, a volte, piccole sfumature possono cambiare completamente il senso del discorso, con conseguenze che potrebbero rivelarsi piuttosto problematiche. 

Inoltre, a seconda della tua professione, ti potrà anche capitare di dover utilizzare dei software professionali o di doverti aggiornare su riviste del settore che molto probabilmente si riveleranno praticamente incomprensibili senza una conoscenza adeguata del vocabolario appropriato.

I corsi di Wall Street English offrono delle preparazioni specifiche per ogni professione:

  • Nel corso di inglese per avvocati studierai il linguaggio legale Inglese simulando il lavoro sul campo, imparando come redigere documenti legali, che registro utilizzare con i clienti, durante le presentazioni e le conference call
  • Per chi lavora nel campo della sanità è invece indicato il corso formativo specialistico Personal English per ECM che offre l’opportunità di mettere in pratica le conoscenze teoriche per capire come utilizzare il Medical English nella situazione giusta;
  • Se, invece, sei un giornalista che deve maturare i 60 crediti formativi (CFP) triennali, come legalmente richiesto a tutti gli iscritti ad un Ordine professionale, e hai deciso di frequentare un corso specifico in un corso autorizzato e accreditato dall’Ordine nazionale hai assolutamente bisogno di perfezionare il più possibile il tuo livello di listening e speaking. 

In ogni caso, qualsiasi professione tu decida di perseguire, lavorando in un ambito internazionale sarà bene che tu approfondisca le tue conoscenze nel Business English. Così facendo, non avrai difficoltà a capire i contratti che ti verranno posti davanti e ad aggiornare il tuo portfolio. I corsi di Wall Street English ti insegneranno a destreggiarti in questa branca dell’inglese attraverso un metodo di apprendimento personalizzato adatto alle tue esigenze lavorative.

Quali sono le certificazioni inglesi più richieste dal mondo del lavoro?

Una valida conoscenza dell’inglese è uno strumento indispensabile nel mondo del lavoro. Questo discorso non vale soltanto per esercitare all’estero: avere una buona preparazione in lingua, infatti, aiuta sicuramente a migliorare il proprio CV.

Tuttavia, per quanto indispensabile, conoscere bene l’Inglese in sé non basta: è anche necessario che tu abbia un documento che testimoni e attesti la tua preparazione. In altre parole, una certificazione.

Per dimostrare di sapere bene l’Inglese è bene che tu abbia una certificazione almeno di livello C1, in modo da dimostrare di avere un’ottima comprensione della lingua, nettamente superiore a quella scolastica e di saperti esprimere in maniera naturale sia in un contesto orale, sia nella stesura scritta di documenti ed e-mail. 

Tuttavia, esistono tre certificazioni specifiche richieste per il mondo del lavoro:

  • La IELTS (International English Language Testing System) è la certificazione riconosciuta in tutti i paesi del Commonwealth ed è indicata nello specifico per chi vuole lavorare e studiare all’estero. A seconda delle necessità, esiste in forma Academic, quella generalmente richiesta dalle istituzioni anglofone, o General Training, necessaria per ottenere un visto nei paesi di madrelingua Inglese. 
  • Il TOEFL (Test of English as Foreign Language), certificazione accettata in 130 paesi, è una delle certificazioni di inglese obbligatorie nella maggior parte delle università Americane, Inglesi e Australiane ed è richiesto dalle agenzie governative.
  • Il TOEIC (Test of English for International Communication) valuta, attraverso due test separati, le competenze in comprensione e produzione. È la certificazione che di norma utilizzata dalle aziende estere perché ha una versione diversa per ogni settore lavorativo. Chi decide di farlo può, tra l’altro, scegliere se sostenere entrambi i test o solo uno dei due.

Se hai deciso di prendere una di queste certificazioni questi due articoli sul blog di Wall Street English potranno fare al caso tuo: 7 domande da porsi prima di scegliere un corso di inglese aziendale e Come prepararsi a raggiungere il livello d’inglese C1.

Ecco perché l’inglese commerciale è importante in azienda

Che tu sia l’amministratore delegato, il responsabile dell’ufficio acquisti oppure un tirocinante che vuole dimostrare il proprio potenziale in azienda, come hai visto, oggi devi saper parlare in inglese. 


Conoscere l’inglese commerciale è una competenza specialistica di alto livello di cui non puoi fare a meno, soprattutto dal momento che le relazioni e le connessioni assumono dimensioni sempre più internazionali.

Non si tratta di un luogo comune, te lo conferma la quotidianità stessa della vita aziendale. Ogni giorno puoi affrontare: 

  • meeting call e telefonate
  • reportistica
  • presentazioni
  • documenti ufficiali

Si tratta del pane quotidiano dell’operatività di un’azienda che si interfaccia con partner esteri. Investire nella formazione di inglese è quindi un vantaggio per l’azienda che può migliorare le performance anche attraverso strumenti operativi efficaci come i corsi di inglese.

Quanto costa organizzare un corso di inglese aziendale

I vantaggi per le aziende che scelgono di organizzare corsi di inglese aziendale si riscontrano a tutti i livelli, dal manager all’impiegato.

Il costo di un corso può variare in relazione a diversi fattori tra cui:

  • l’istituto di inglese selezionato
  • il livello di inglese dei corsisti
  • la frequenza e la durata del corso
  • la modalità di erogazione delle lezioni
  • i materiali impiegati. 


Se il corso è mirato al conseguimento di una certificazione si deve aggiungere al prezzo di partenza anche la tariffa per la certificazione ufficiale per tutti coloro che si iscriveranno all’esame.

Per venire incontro alle aziende, le scuole di inglese possono proporre di appoggiarsi ai Fondi paritetici interprofessionali nazionali per la formazione continua da una parte e del Fondo Sociale Europeo (FSE).

Possono aderire in modo gratuito tutte le imprese che occupano personale dipendente nel relativo settore.
Ti suggeriamo la lettura di Quanto costa un corso di inglese aziendale? che spiega proprio il funzionamento dei Fondi paritetici interprofessionali e del FSE, e di Formazione finanziata in Italia: come sfruttarla per la tua azienda.

Altri approfondimenti utili: 

Come hai visto i benefici dello studio dell’inglese commerciale sono innumerevoli, e per le aziende è uno dei migliori investimenti per aumentare le proprie competenze interne e migliorare le performance dei dipendenti. 

Le aziende che investono in questo tipo di studio riscontrano un incremento dell’Employee retention, con una soddisfazione degli impiegati aumentata. 

Wall Street English si è specializzata nel sostegno alle aziende, fornendo corsi di business english di altissima qualità, organizzabili venendo in contro alle esigenze dell’azienda.

 

Corso di Business English: meglio in School, in Azienda o Online?

I corsi di inglese di Wall Street English si sono evoluti per fornire il miglior servizio basato sulle necessità del cliente, dotandosi di strumenti multimediali che rispondono al linguaggio comunicativo contemporaneo e soprattutto sfruttando al massimo le potenzialità della rete.

Ogni tipologia di corso ha sicuri vantaggi per la tua azienda e per la tua carriera, ma come orientarsi tra lezioni in school, in azienda o online?

Un corso di inglese in School è quello che meglio consente ai tuoi dipendenti di immergersi in un’atmosfera internazionale, circondati da teacher madrelingua per lezioni ispirati al metodo full immersive. 

Se invece per motivi organizzativi la richiesta è quella di frequentare il corso di inglese in azienda, gli incontri diventano un ottimo stratagemma per creare momenti di aggregazione all’interno dell’ambiente lavorativo. Una formazione che quindi non solo ha l’obiettivo di migliorare il livello di partenza dell’inglese, ma che viene percepita come benefit dai collaboratori.

Il corso di inglese online, infine, è forse il prediletto dalle aziende che hanno molti collaboratori fuori sede.
Senza nulla togliere alle lezioni in presenza, il corso online mette a disposizione contenuti multimediali ed esercizi disponibili h24 dalla piattaforma, lasciando autonomia di gestione ai singoli anche per gli incontri one-to-one con i teacher.

La formazione Wall Street English è certificata ISO 9001: 2015, pertanto è tra le poche e selezionate scuole d’inglese al mondo che hanno superato con successo il processo di audit per ottenere la certificazione ISO. Richiedi maggiori informazioni.

 

Scopri i corsi di inglese per le aziende

Argomenti: Business English

Commenti