LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Un aiuto per imparare l’inglese grazie ai film: 2 proposte per avvocati

Pubblicato il 29/09/17 9.42

imparare inglese guardando film.jpg

 

In questo articolo troverai:
  • 5 consigli utili che ti aiuteranno ad imparare l’inglese attraverso i film
  • Due proposte di film in inglese per avvocati
  • Devil’s Advocate
  • The life of Davis Gale

 

Imparare l’inglese grazie ai film: 2 proposte per avvocati

Stai iniziando ad imparare l’inglese e cerchi un metodo alternativo per esercitarti in maniera piacevole, senza rischiare di accantonare tutto dopo le prime lezioni?

I libri e la grammatica sono, indubbiamente, le risorse più utili da sfruttare, ma se vuoi migliorare soprattutto la conversazione in inglese è assolutamente consigliato aiutarsi con metodi alternativi.

Hai mai ascoltato le telefonate di lavoro tra persone di lingue diverse che utilizzano l’inglese per comunicare? Se ti è successo, probabilmente avrai notato che quasi nessuno utilizza la –s alla terza persona singolare presente, né i tempi verbali corretti, perché la cosa più importante in quel momento è farsi capire.

Quindi, se vuoi imparare a comunicare in inglese, in modo piacevole e utile per migliorare le tue competenze di ascolto ed espressione orale, un buon metodo è sicuramente quello di affidarsi al cinema e, dunque, ai film. Il cinema, infatti, si è rivelato essere un ottimo supporto durante lo studio dell’inglese. Guardare ed ascoltare prodotti audiovisivi in inglese – che possono essere i film, ma anche le serie TV o, semplicemente, i video su Youtube – sia un grande esercizio per assimilare parole ed espressioni nuove, ma anche per imparare e migliorare la pronuncia.

 

5 consigli utili per esercitare l’inglese attraverso i film

Ecco alcuni tra i consigli più utili per imparare l’inglese attraverso i film:

  1. E’ importante avere delle buone basi. Per quanto efficace possa essere imparare l’inglese con questo metodo, i film non sono comunque la bacchetta magica per risolvere i tuoi problemi. Se non hai delle basi lessicali e grammaticali avrai molte difficoltà: non farti trovare impreparato e non guardare un film in inglese senza conoscere affatto la lingua, sperando che accada il miracolo!
  2. Cominciare dalle cose semplici, i film d’animazione o, in generale, i prodotti destinati a un pubblico giovane è la tattica ideale se sei alle prime armi: questi saranno sicuramente più chiari da seguire, il linguaggio utilizzato nei dialoghi sarà più semplice e le strutture grammaticali più lineari. Sicuramente non avrai problemi a trovare qualcosa che faccia al caso tuo, date le innumerevoli proposte presenti sul mercato: oggi, infatti, ci sono tanti film per bambini che piacciono anche ai più grandi.
  3. Scegliere un film coinvolgente. Ricorda, però, di scegliere un genere di film che possa appassionarti. Se il film non ti piace, ne uscirai deluso e scoraggiato; se il film è interessante, invece, sarà tutto più facile. Ad esempio, se sei un (aspirante) avvocato o ti piacciono i film sugli avvocati, perché non dirigere la tua scelta proprio su questi? Probabilmente padroneggerai già un glossario di base inerente al tema e, se così non fosse, i film ti aiuteranno a creartene uno in maniera piacevole.
  4. Aiutati con i sottotitoli in inglese, soprattutto all’inizio, altrimenti rischi di non capire nulla,  di annoiarti e di lasciar perdere tutto. Ma, allo stesso tempo, non dipendere completamente da essi: vedrai che col tempo imparerai a capire sempre di più, aiutandoti con il contesto, le  immagini e il linguaggio non verbale. Dopotutto, sono anche questi i punti di forza del cinema come mezzo per imparare l’inglese!
  5. Fatti aiutare dalla tecnologia. Che sia per prendere appunti, per ricercare la traduzione di una parola o di un’espressione difficilmente deducibili dal contesto o per stoppare e mandare indietro un fotogramma, ricordati che la tecnologia è una grande risorsa: sfruttala a tuo vantaggio!

TESTA IL TUO INGLESE

Due proposte di film per avvocati

Imparare una lingua può essere un processo faticoso, lungo e, addirittura, noioso. Soprattutto se non la si studia di propria spontanea volontà, ma per dovere o per lavoro. Ed è per questo che è vitale che tu ti affidi ad un mezzo che ti piaccia, in modo da tenere alto il tuo livello d’attenzione e rendere più facile e spontaneo l’intero processo di apprendimento.

Se sei un avvocato o aspirante tale, potrebbero interessarti i sottogeneri del genere thriller, i cosiddetti legal thriller, in pratica dei “gialli giudiziari” che hanno per protagonisti avvocati, giudici, giuria, quelli che hanno come trama principale un crimine, quelli che si svolgono quasi principalmente in tribunale, ma sicuramente sai già di cosa sto parlando. E sicuramente sai già che, se vuoi imparare l’inglese attraverso questo genere di film, è perché ti appassiona o hai bisogno di imparare una certa terminologia, un gergo specifico: quello legale, appunto. Sebbene la giurisprudenza inglese sia diversa da quella americana, ed entrambe siano diverse da quella italiana, sarà comunque un ottimo esercizio. Infatti, se guardare una commedia in lingua ti permetterà di imparare nuove parole ed espressioni (più o meno) colloquiali, orientare la tua scelta sul genere giallo ti darà un ulteriore aiuto, facendoti entrare in contatto con la terminologia tecnica, con la quale diventerai via via più familiare.

Per questo abbiamo selezionato per te due proposte, che corrispondono a due film molto famosi ed avvincenti.

Devil’s Advocate

In italiano L’avvocato del diavolo, è un film del 1997 con Al Pacino, Keanu Reeves e Charlize Theron. Il film racconta la storia di Kevin Lomax, un avvocato giovane e brillante, ma senza scrupoli (Keanu Reeves) che non ha mai perso una causa, ricorrendo a ogni mezzo a sua disposizione. Kevin viene contattato per lavorare presso uno dei più grandi studi legali di New York diretto nientemeno che dal diavolo in persona (Al Pacino), che si nasconde dietro John Milton (eh sì, il film allude chiaramente a John Milton – celebre scrittore inglese – e ad alcune delle sue opere minori), un personaggio tanto affascinante quanto ambiguo.

The life of David Gale

È un film del 2003 in cui David Gale, professore di filosofia, per un terribile scherzo del destino ha perso tutto: il lavoro, la famiglia, gli amici. Accusato dello stupro e dell’omicidio di una collega, viene è recluso in un carcere del Texas e condannato alla pena di morte. Ma a tre giorni dall’esecuzione, Bitsey Bloom (interpretata da Kate Winslet), giovane e ambiziosa giornalista, è convinta di poterlo salvare. Il film, che invita a riflettere sulla fallibilità della pena capitale, ha un finale paradigmatico, che interroga sul confine tra ideologia e fanatismo.

 

E se per caso i film non dovessero piacerti o coinvolgerti abbastanza, o cercassi qualcosa che occupi più di un paio d’ore, allora puoi optare per una serie TV. Ormai ce ne sono tantissime, ma il mio consiglio ricade su How to get away with murder (in Italiano, Le regole del delitto perfetto), una delle creature di Shonda Rhimes, che ruota attorno alla vita di Annalise Keating (la pluripremiata Viola Davis), brillante avvocato e professore, e dei Keating 5, come vengono chiamati alcuni dei suoi studenti del corso di legge. Consigliata perché le vicende non si svolgono solamente in tribunale, ma viene lasciato spazio anche alle situazioni“quotidiane” e al linguaggio colloquiale, che hanno il compito di farti respirare tra una seduta in tribunale e un’altra: perfetta per i principianti.

Cosa aspetti? Inizia subito ad esercitare l’inglese grazie ai film!

TESTA IL TUO INGLESE 

 

Argomenti: Travel&Fun

Commenti