LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Inglese e Italiano, "false friends" o "best enemies"? Quando l’errore costa una risata.

Pubblicato il 11/09/12 17.53

Basta prendere una parola inglese, di origine latina, il cui significato è stato poi cambiato per uso, consuetudine o per evitare confusione con eventuali sinonimi ed usarla in un contesto a noi familiare per fare una figuraccia assicurata.

È forse questo il motivo per il quale actually *si riferisce a fatti che non hanno niente a che fare con l’attualità bensì con la realtà? O se speriamo che succeda qualcosa eventually** non stiamo parlando di eventualità ma di fine? E qui ci è andata ancora bene… In quale genere di spiacevole ma a volte molto divertente situazione ci possiamo trovare usando la parola sbagliata al momento sbagliato? Forse quella di un italiano all’estero che cerca disperatamente una libreria ma che chiedendo una library ***viene immancabilmente diretto in una biblioteca? O un inglese in Italia che in un alimentari dice di essere allergico ai preservatives**** e viene dirottato in farmacia?

Provate ad andare alla prima londinese di un film horror definendolo a fine proiezione come veramente terrific***** e noterete che nessuno sarà disposto a fermarsi ad ascoltare la vostra recensione.

Possiamo quindi affermare che l’inglese a volte sembra una lingua fatta apposta per farci sbagliare, che ci trae in inganno con una parola  amica per poi abbandonarci al tragico destino dell’incomprensione, ma non siamo soli… Abbiamo come alleati tutti gli stranieri che imparano l'italiano e lottano contro innumerevoli tranelli linguistici. Quest’alleanza potrebbe essere la vera arma per ristabilire la pace e mettere la parola fine a questa antica battaglia.

E se fine si dice end, attenti a non confonderlo con l’omofono and… ma questa, è un’altra storia…

*Actually: in realtà **Eventually: alla fine ***Library: biblioteca ****Preservatives. Conservanti *****Terrific: magnifico

 

Immagine: www.cartoonstock.com

 

Argomenti: Travel&Fun, Education & Career

Commenti