LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Come rendere l'inglese la lingua della tua azienda

Pubblicato il 31/07/18 15.00

Come rendere l'inglese la lingua della tua azienda - Wall Street English

Sono sempre di più, in tutto il mondo, le aziende che adottano l’inglese come lingua ufficiale aziendale. La conoscenza di questo idioma è ovviamente legata alla globalizzazione e alle sempre più forti esigenze di internazionalizzazione che coinvolgono imprese di ogni settore e di ogni dimensione: l’inglese è fondamentale per guardare all’estero, per ampliare i propri sbocchi commerciali e migliorare la comunicazione con partner, clienti e fornitori stranieri; è inoltre utile per accrescere il proprio prestigio aziendale agli occhi del mondo.

Ma la decisione di rendere l’inglese la lingua aziendale va spesso anche al di là dei processi di internazionalizzazione in senso stretto. Avere una lingua franca corporate permette di migliorare la comunicazione interna, di minimizzare i problemi comunicativi in caso di fusioni, acquisizioni o altre operazioni, e anche di dotare l’azienda di un nuovo approccio multiculturale.

Due best practice in questo senso, tra molte altre, sono quelle portate avanti dalle società nipponiche Honda e Rakuten (gigante dell’e-commerce), i cui manager negli ultimi anni hanno deciso con mossa lungimirante di imporre l’inglese come lingua ufficiale all’interno della forza lavoro (che rimane per la stragrande maggioranza giapponese). Superati alcuni problemi iniziali (legati anche allo scetticismo dei lavoratori coinvolti) i risultati, positivi, non si sono fatti attendere: espansione all’estero, creazione di joint venture con partner stranieri, maggiore facilità di comunicazione a livello globale e nuove skills e risorse a disposizione dei dipendenti.

Diversi studi dimostrano, tra l’altro, come lo studio di una lingua straniera porti come conseguenza il miglioramento della flessibilità cognitiva, che si traduce in una maggiore propensione al ragionamento e al problem solving, due abilità che sono ovviamente di capitale importanza in un contesto aziendale.

Sono, questi, spunti di riflessione sicuramente interessanti per qualsiasi tipo di impresa. Se il tuo desiderio è che la tua azienda parli sempre più inglese, di seguito ti forniamo una serie di riflessioni e utili consigli per pianificare e concretizzare questa importante mossa strategica.

 

Pianifica l’introduzione dell’inglese come un investimento

L’adozione dell’inglese come lingua aziendale è un passaggio che non può essere improvvisato. Abbi cura di pianificare i corsi di lingua e tutte le azioni necessarie a questo cambiamento con grande attenzione, destinando un budget ad hoc. Lo sviluppo delle competenze linguistiche in inglese è sicuramente un pilastro chiave per il successo aziendale, e va gestito e misurato come tale.

 

Valuta il livello di partenza

Un’azienda è una squadra composta da persone e ruoli molto diversi tra loro. Prima di partire con il piano di introduzione dell’inglese, quindi, dovrai monitorare il fabbisogno e le lacune dei dipendenti, somministrando a ciascuno questionari e test per verificare il livello di partenza.

 

Ragiona per obiettivi

Un programma efficace di miglioramento delle competenze in inglese parte sempre dagli obiettivi aziendali: chiarisci cosa vuoi ottenere in questo frangente: la penetrazione di nuovi mercati? Il miglioramento della comunicazione con i clienti esteri? L’aumento delle competenze dei livelli dirigenziali? Sulla base di questi, e dei diversi ruoli presenti in azienda, poi, potrai elaborare obiettivi dettagliati e specifici per ognuno dei tuoi dipendenti. È importante che essi includano standard di misurazione del successo e una scadenza. Per esempio, potresti porti l’obiettivo di portare tutti gli operatori del call center aziendale almeno al livello B2 entro un anno, oppure di insegnare ai commerciali a preparare e presentare una presentazione in inglese in 8 settimane.

 

Utilizza l’inglese come attività di team building

Studiare insieme una lingua è un’ottima attività di team-building. I dipendenti, confrontandosi con le difficoltà dello studio, avranno la possibilità di consolidare i legami interni, di confrontarsi e di collaborare su un terreno non prettamente lavorativo. Imparare una lingua può essere anche piacevole e divertente: farlo insieme potrà sciogliere eventuali tensioni presenti in ufficio, aumentare la soddisfazione delle risorse e migliorare l’ambiente di lavoro. Inoltre, l’approfondimento di una lingua straniera migliora le capacità di problem solving, aumenta la flessibilità e affina le abilità di calcolo e lettura.

 

Prepara dei glossari con la terminologia del settore in cui operi

Ogni azienda opera in un settore particolare: può essere utile predisporre dei glossari che racchiudano tutta la terminologia specifica del vostro ambito, da distribuire ai dipendenti (anche in versione online) che li potranno consultare per ogni necessità e nelle attività quotidiane.

 

Sfrutta la formazione finanziata

I corsi di inglese sono ovviamente il fulcro dell’introduzione della lingua in azienda. Se stai pensando a come organizzarli per i tuoi dipendenti, non farti sfuggire l’opportunità della formazione finanziata, che ti permette di farlo in modo gratuito. In che modo? I Fondi paritetici interprofessionali nazionali per la formazione continua sono organismi che utilizzano una quota dei contributi Inps versati dalle aziende (precisamente lo 0,30%) per organizzare programmi di formazione a favore dei dipendenti.

Altro attore fondamentale in questo ambito è il Fondo Sociale Europeo (FSE), un fondo costituito da risorse comunitarie a cui i singoli paesi, e le aziende locali, possono attingere per finanziare attività come, appunto, vari corsi di formazione.

 

Considera l’importanza delle certificazioni

La competenza linguistica dei tuoi dipendenti può essere ufficialmente valutata e certificata. Sono diversi gli istituti accreditati per il rilascio di certificazioni in inglese, alcune delle quali sono anche dedicate ad un linguaggio specifico: è il caso, per esempio, delle certificazioni in Business English (TOEIC, BULATS e BEC le principali) e in Legal English (TOLES o ILEC). Conseguire uno di questi titoli può essere uno sprone motivazionale importante per il lavoratore, una leva per un avanzamento di carriera nonché un vantaggio strategico per l’azienda, che aumenta così le competenze e il prestigio delle proprie risorse umane.

 

Nel fra tempo esercita il tuo Business English con i nostri test online di inglese gratuiti:

TESTA IL TUO BUSINESS ENGLISH

Argomenti: Business English

Commenti