LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

I più famosi modi di dire in inglese

Pubblicato il 17/07/18 15.33

I più famosi modi di dire in inglese - Wall Street English

Ormai il tuo livelli di inglese corrisponde a quello che viene definito "upper-intermediate", ossia un B2. In pratica, sai esprimerti abbastanza chiaramente su vari temi e sei in grado di comprendere la maggior parte dei testi e delle conversazioni in lingua inglese. Per avere una conoscenza avanzata dell'inglese ti manca tanto così: qualche phrasal verb in più, le sottili sfumature di significato tra un termine e un altro, i vocaboli meno usati o ormai in disuso e... alcune cose che riguardano il linguaggio comune.

 E magari hai intenzione di trasferirti per un po' fuori dall'Italia per fare un'esperienza nuova, per vedere come si vive in un altro Paese, per responsabilizzarti un pò, per fare le tue prime vere esperienze lavorative... per perfezionare la tua conoscenza dell'inglese!

Un consiglio potrebbe essere quello di imparare alcuni modi di dire. Di seguito te ne riporteremo alcuni tra i più famosi e i più utilizzati:

  1. It's raining cats and dogs. Non potevamo non includere questo modo di dire, probabilmente uno dei più conosciuti. Il detto, da intendersi assolutamente in modo non letterale, si tradurrebbe con Stanno piovendo cani e gatti. Le sue origini sono incerte, così come la motivazione che sta dietro alla scelta proprio di cani e gatti. In italiano diremmo che sta piovendo a secchiate, a dirotto. Volendo suggerire qualcosa che abbia più o meno lo stesso significato e che includa la presenza degli animali, Cielo a pecorelle acqua a catinelle.
  2. Break a leg è usato per augurare a qualcuno buona fortuna in maniera ironica. Questo modo di dire, proveniente dall'ambiente teatrale in sostituzione di Buona Fortuna - che pare richiamasse, invece, una cattiva sorte - si è poi ampiamente diffuso anche nel quotidiano. Corrispettivo italiano, sempre ironico, è In bocca al lupo.
  3. To pull someone's leg. Un altro motto con la parola leg, ma dal significato totalmente diverso: in questo caso sta a significare Prendere in giro qualcuno. La spiegazione potrebbe essere collegata a quella del modo di dire italiano Tirare i piedi: entrambi deriverebbero, infatti, dalla "pratica" di tirare i piedi a chi veniva impiccato.
  4. It's not rocket science è utilizzato quando si vuole dire che una cosa non è difficile. Un'altra espressione simile è It's not brain surgery. Rocket science, traducibile letteralmente con missilistica, in senso figurativo indica un argomento astruso. In italiano diremmo Non ci vuole un genio per capirlo oppure Non ci vuole uno scienziato per capirlo, per rimanere sempre in "ambito scientifico".
  5. No pain no gain è un modo di dire, una frase motivazionale il cui significato indica che non si ottiene niente dal niente, ma bisogna lavorare duramente per guadagnarsi qualcosa. È particolarmente utilizzata tra gli atleti e nel mondo del fitness anche in senso piuttosto letterale, riferendosi al dolore fisico che si prova durante un allenamento, ma che ripaga totalmente nel momento in cui si vedono i risultati.
  6. Don't cry over spilt milk (o There's no use crying over spilt milk) è uno di quei modi di dire di cui abbiamo una perfetta corrispondenza in italiana, ossia È inutile piangere sul latte versato. Il detto indica che quel che è fatto è fatto ed è inutile ormai rimuginarci su, tanto più che è impossibile cambiare il passato e bisogna guardare al futuro. Ma perché proprio il latte? Probabilmente, questo detto nasce in tempi antichi, quando il latte era considerato un alimento tanto raro quanto prezioso, per cui versarlo voleva dire sprecarlo.
  7. It's a piece of cake non ha niente a che fare con le torte. Letteralmente, È un pezzo di torta sta a indicare qualcosa di molto facile da raggiungere o da ottenere. Il detto sarebbe nato nel XIX secolo, quando la torta era il premio che veniva consegnato al vincitore di una gara; e, dato che per il vincitore la gara ormai vinta poteva essere considerata come un compito facile, la torta cominciò a rappresentare qualcosa di facile. É facile come bere un bicchier d'acqua, diremmo in italiano.
  8. You can't judge a book by its cover, ossia le apparenze ingannano. In italiano abbiamo un corrispettivo piuttosto simile, che è L'abito non fa il monaco. Letteralmente Non si può giudicare un libro dalla sua copertina, ormai utilizzato in senso letterale per indicare appunto un libro con una bella copertina (o un bel titolo) la cui storia risulta, invece, deludente; oppure per analogia Non giudicare un libro dal suo film, utilizzato dai bibliofili, coloro i quali preferiscono il libro alla sua trasposizione cinematografica.
  9. Out of the blue indica qualcosa che accade inaspettatamente, all'improvviso. Il blue si riferisce al colore del cielo che, a un tratto, cambia di colore nel momento della tempesta. Proprio Come un fulmine a ciel sereno, volendo mantenere la similitudine metereologica, o Di punto in bianco, volendo mantenere l'elemento del colore.
  10. To be on cloud nine è un altro di quei modi di dire che si traducono abbastanza fedelmente: la nona nuvola inglese, in italiano diventa il settimo cielo, quel seventh Heaven utilizzato, in realtà, anche in territorio anglofono.
  11. Well begun is half done risale ad Aristotele. Si traduce in italiano col detto, molto simile, Chi ben comincia è a metà dell'opera e sta a indicare che se si fa un errore all'inizio, lo si trascina dietro per tutto il tempo, ma se si comincia bene, il lavoro sarà già quasi completo.

Questi sono solo alcuni dei detti più famosi in inglese. E tu, conoscevi già qualcuno di questi modi di dire? Oppure te ne viene in mente qualcuno che non abbiamo citato?

Nel fra tempo puoi testare il tuo livello di inglese con i nostri test gratuiti online:

TESTA IL TUO INGLESE

Argomenti: Education & Career

Commenti