LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Test di autovalutazione inglese: come farlo?

Pubblicato il 21/02/24 12.00

Test di autovalutazione inglese: come farlo? - Wall Street English

Stai aggiornando il tuo curriculum vitae e vuoi inserire l’inglese tra le tue competenze? È un’ottima idea ma senza una certificazione che attesti il tuo grado di conoscenza, quantificare le tue abilità potrebbe risultare un po’ difficile.

Per questo, può essere utile condurre un’autovalutazione seria delle tue competenze linguistiche: non solo ti aiuterà a valutare meglio il tuo livello, ma ti fornirà anche una guida su quale certificazione ottenere per documentare ufficialmente le tue abilità.

In questo articolo, ti mostreremo come effettuare un’autovalutazione in inglese accurata e in base ai tuoi obiettivi. 

 

Da cosa dipende il nostro livello di inglese?

Iniziamo questo articolo con un dato preoccupante: l’Italia si posiziona soltanto al 26° posto su 35 Paesi europei per la conoscenza dell’inglese. L’italiano medio, purtroppo, non conosce bene l’inglese, e la colpa di ciò è principalmente attribuibile al metodo di insegnamento dell’inglese nelle scuole italiane.

A scuola, infatti, ci si focalizza principalmente sulle regole grammaticali e sugli esercizi, mettendo un po’ troppo in secondo piano ciò che riguarda la lingua parlata: le conversazioni e le interazioni. Questo significa che anche gli studenti che ottengono dei buoni voti poi potrebbero ritrovarsi ad avere difficoltà nel condurre una conversazione con un madrelingua.

Soltanto chi riesce ad integrare gli studi con una vera e propria full immersion di inglese a casa riesce a mettere in pratica le proprie conoscenze. Al giorno d’oggi, ci sono moltissimi modi per farlo, come guardare film e serie TV in lingua, leggere libri, ascoltare podcast e interagire, per quanto possibile, con persone di madrelingua inglese.

Tuttavia, per avere davvero successo nell’apprendimento dell’inglese è importante mantenersi costantemente allenati e il tempo, molto spesso, non gioca a nostro favore. In un ambiente scolastico, infatti, è difficile conciliare uno studio così approfondito senza trascurare le altre materie e senza gravare troppo sul proprio tempo libero, e la vita lavorativa di tutti i giorni presenta problemi molto simili. 

Per questo, devi cercare di integrare l’inglese nella tua vita quotidiana in maniera naturale, in modo che il momento di studio non sia percepito come uno stress, ma quasi come un gioco!

 

Come posso migliorare il mio livello di inglese?

Per migliorare, non è necessario, per forza, soltanto passare le giornate sui libri: ci sono anche altri modi più leggeri ed efficaci di farlo. L’importante è dare lo stesso peso a tutte le branche della lingua: reading, speaking, writing e listening. Ecco qualche suggerimento:

  • Guardare film e serie TV in inglese è un modo divertente per abituarsi all’ascolto e migliorare la pronuncia. Attivare i sottotitoli in lingua originale può essere un’ottima idea anche per capire la grafia delle parole.
  • Ascolta podcast in inglese, soprattutto quelli in cui ci sono conversazioni tra più host: ti aiuterà a seguire i ritmi di una vera conversazione!
  • Se ti è possibile, partecipa tu stesso a conversazioni con madrelingua o con altri studenti di inglese. Un tandem linguistico potrebbe essere un ottimo modo per esercitarsi in maniera leggera.
  • Esercitati con il writing iscrivendoti ad un gruppo Facebook o ad un forum, magari parlando dei tuoi interessi e hobbies. Questo ti aiuterà ad esprimere le tue idee in modo fluente!
  • Sfrutta il web: Internet è ricco di risorse per studiare l’inglese in maniera divertente e interattiva, grazie ad app, giochi, quiz ed esercizi che coprono i vari aspetti della lingua.
  • Iscriverti a un corso di inglese è la soluzione ideale per mantenerti allenato su tutti i fronti. Ti troverai in un ambiente didattico professionale con insegnanti qualificati e risorse di apprendimento avanzate. 
 

Secondo quali livelli devo autovalutare il mio inglese?

Il Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue, conosciuto come CEFR (Common European Framework of Reference for Languages), struttura i livelli di competenza della lingua inglese in tre categorie (A, B e C), ognuna delle quali è ulteriormente suddivisa in altri due livelli specifici. 

  • A1: Le tue conoscenze dell’inglese sono basiche. Il linguaggio che utilizzi è semplice e adatto a comprendere frasi e modi di dire comuni di tutti i giorni: sei in grado di presentarti, rispondendo ad alcune domande semplici personali e ti destreggi in situazioni sociali semplici come ordinare al bar, purché il registro sia elementare.
  • A2: È ancora un livello base ma il tuo vocabolario è un po’ più articolato. Sei in grado di dare qualche informazione in più riguardo alla tua vita privata, ad esempio descrivendo i tuoi interessi e i tuoi hobby. Riesci a comprendere informazioni basilari come quelle sui cartelli stradali e gli annunci pubblicitari e, in generale, situazioni che richiedono un linguaggio semplice e poco articolato.
  • B1: Un livello di inglese intermedio. La conversazione è discretamente fluente e ti consente, ad esempio, di rievocare situazioni ed esperienze passate o raccontare i tuoi progetti futuri. Se hai questo livello di linglese riesci a guardare film e serie TV in lingua originale senza troppi problemi, anche se probabilmente avrai bisogno dei sottotitoli per comprendere tutto.
  • B2: Un livello di inglese medio-alto. La tua padronanza della lingua è coerente e articolata e ti permette di argomentare in modo approfondito i concetti che vuoi esprimere e di produrre elaborati scritti scorrevoli e complessi. Anche il livello di comprensione è decisamente buono: dovresti riuscire, ad esempio, a seguire un talk show o un film in lingua originale senza l’aiuto di sottotitoli o altri strumenti di comprensione.
  • C1: Il tuo livello di inglese è ottimo. Padroneggi la lingua in maniera spontanea, efficace e naturale. Sei in grado di seguire discorsi complessi e dettagliati, anche su temi tecnici o specialistici e di partecipare attivamente a discussioni accademiche o professionali, esprimendo opinioni complesse e argomentazioni ben strutturate.
  • C2: Il grado massimo di conoscenza inglese. Riesci a comprendere ogni sfumatura della lingua senza sforzo e la padroneggi in modo scorrevole, come una persona di madrelingua inglese.

Vuoi scoprire di più sui livelli della lingua inglese? Visita la nostra pagina dedicata:

SCOPRI IL TUO LIVELLO DI INGLESE

 

Valuta il tuo livello di inglese con i test di Wall Street English

In base a queste descrizioni, probabilmente ti sei già fatto un’idea di quale sia il tuo livello di inglese attuale. Se, però, hai bisogno di toglierti qualche dubbio ulteriore, abbiamo le soluzioni che fanno per te.

Wall Street English ti offre, infatti, dei test di valutazione online completamente gratuiti con cui misurare la tua competenza linguistica in maniera rapida e precisa. Ciò non solo ti aiuterà a valutare il tuo livello di inglese, ma anche a capire quale certificazione conseguire:

  • Se sei un beginner, puoi provare il nostro test di valutazione di livelli A1 e A2. Qui potrai valutare le tue capacità di sostenere una conversazione semplice, come presentarti correttamente e comunicare informazioni come la tua età e il tuo luogo di provenienza.
  • Se il tuo livello è intermedio, il test di autovalutazione che fa per te è quello per il grado B1-B2.
  • Se, invece, pensi di avere un livello di inglese avanzato, puoi testare le tue capacità con il nostro test di inglese per il livello C1-C2, nel quale potrai mettere alla prova le tue conoscenze grammatiche in costruzioni più complesse.

Oltre a queste, esistono anche altre certificazioni per contesti professionali più specifici. Questi test, riconosciuti a livello globale, servono a fornire alle aziende e alle università una valutazione affidabile delle conoscenze di lingua inglese dei candidati.

  • Tra questo tipo di certificazioni più richieste c’è l’IELTS (International English Language Testing System), riconosciuta da molte aziende e università estere. Attraverso il nostro test di preparazione allo IELTS, potrai capire se sei pronto a conseguirla, esaminando le tue competenze in speaking, reading, writing, grammatica e vocabolario.
  • Un’altra certificazione specifica richiesta è il TOEFL (Test of English as Foreign Language), perlopiù riconosciuta nelle università estere. Anche in questo caso, abbiamo a tua disposizione una simulazione per valutare la tua preparazione.
  • Se hai bisogno di autovalutare le tue competenze nel Business English, il linguaggio utilizzato nel mondo del lavoro, puoi eseguire questo test con domande a scelta multipla.
  • Se, invece, i tuoi dubbi riguardano la certificazione da conseguire, abbiamo a tua disposizione un test course finder nel quale ti verranno poste domande sul tuo metodo di studio e sui tuoi obiettivi linguistici.
Se hai ancora qualche dubbio su quale sia il tuo livello di inglese, puoi affidarti al nostro test generico di inglese. Il test valuta la tua comprensione di specifiche regole grammaticali inglesi e la tua abilità di comunicare in contesti di vita quotidiana, aiutandoti a capire in quale livello nel quadro CEFR tu ti collochi.
TESTA IL TUO INGLESE

Dopo aver svolto i test di autovalutazione, riceverai un resoconto dei risultati con la tua competenza effettiva. Prima di ottenerlo, però, dovrai compilare un form con i tuoi dati grazie al quale potrai pianificare un test professionale presso il centro Wall Street English più vicino.

Argomenti: Inglese per studenti