LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Travel English: conversazioni in aeroporto

Pubblicato il 05/07/18 16.22

Travel English: conversazioni in aeroporto - Wall Street English

Dopo un intero anno a lavorare o a studiare senza sosta, senza neanche l'ombra di un periodo di riposo né di un po' di relax, finalmente ci siamo: l'estate è arrivata e, con lei, le tanto attese vacanze. Quest'anno le aspettavi talmente con ansia da aver già prenotato tutto con mesi e mesi di anticipo, pregustandoti il momento in cui saresti partito. Perché chi viaggia lo sa che un viaggio si vive tre volte: quando lo si programma, quando lo si vive e quando lo si ricorda. Prima la scelta della meta: mare o montagna? Vacanza rilassante o città d'arte? Poi lo studio: un salto in libreria per scegliere la guida giusta e ore e ore di studio per assicurarti che vedrai tutto quello che c'è da vedere, farai tutto quello che c'è da fare, mangerai tutto quello che c'è da mangiare.

E così, trepidante come chi ha voglia di fare un'esperienza nuova e allo stesso tempo non ne può più della routine quotidiana, prepari la valigia, sperando di non dimenticare niente, ma sicuro di lasciare fuori sicuramente qualcosa di utile. E finalmente ti dirigi in aeroporto.

Ed è proprio qui che sorgono i primi problemi: pensavi che saresti andato in vacanza a rilassarti, di aver organizzato tutto nei minimi dettagli e di esserti lasciato alle spalle l'ansia e i mille problemi, e invece ti trovi lì, in aeroporto, con la paura di non sapere cosa fare o dove andare.

Ma non c'è da preoccuparsi, perché qui ti spiegheremo cosa dire e cosa fare in un aeroporto straniero, quando avrai a che fare con personale e indicazioni in inglese.

Ecco una guida step by step dall'ingresso in aeroporto (in inglese, airport) all'atterraggio: let's start!

  • Where is the boarding gate? Cominciamo dalle cose semplici. Si tratta del posto verso cui dirigersi per essere imbarcato. Gate è un termine usato comunemente anche in italiano, non dovresti aver problemi.
  • Boarding pass: i fondamentali. Senza di questo non puoi andare da nessuna parte, perché si tratta del biglietto di volo. Assicurati di averlo sempre con te, che sia in formato cartaceo o digitale: quasi tutte le compagnie, infatti, accettano il biglietto digitale, che troverai direttamente sull'app della compagnia con cui voli. Se ancora non hai prenotato e sei alla ricerca di un last minute, ossia di un'offerta dell'ultimo minuto, recati al ticket desk.
  • Identification: i fondamentali, parte II. Assicurati che la tua carta di identità (ID card) o il tuo passaporto (passport) a seconda della tua meta, sia valido e non scaduto: sembra un consiglio banale, ma in mancanza di un documento di riconoscimento valido non ti faranno imbarcare.
  • Security, i controlli. Sono una fase molto importante che precede l'imbarco: in seguito agli episodi dell'11 settembre del 2001, infatti, i controlli si sono inaspriti molto: mentre il tuo bagaglio passa sotto i raggi X, dovrai attraversare il metal detector. Controlla bene non solo di non mettere in valigia liquidi e sostanze vietate dalla compagnia aerea, ma anche sostanze e oggetti vietati nel paese di destinazione.
  • Bags: i bagagli. A questo punto sarai pronto per la fase di boarding, ossia dell'imbarco: ricordati di essere in aeroporto un'ora o due ore prima rispetto all'orario di partenza, a seconda della tua meta. How many bags do you have? Controlla bene le disposizioni sui bagagli da portare:
    • hold luggage è il bagaglio da stiva, quello da imbarcare ancor prima di fare i controlli recandosi al check-in desk;
    • carry-on bag è il bagaglio a mano da sistemare in cappelliera, che non può superare determinati limiti di peso e di grandezza.

Informati bene sul sito della compagnia con cui viaggi, se vuoi evitare di rovinarti la vacanza: una valigia troppo grande è un oversized bagage, una valigia troppo pesante è overweight. In ogni caso rischi di pagare una fee.

  • Flight: si parte, finalmente! A questo punto è arrivato il momento di imbarcarti, a patto che il tuo volo sia on time, ossia che parta secondo tabella di marcia. É possibile, però, che per un problema di organizzazione o di logistica, il volo sia in ritardo, ossia delayed: controlla sul sito della tua compagnia aerea, per sapere quando è possibile ottenere un refund, ossia un rimborso - totale o parziale - del costo del biglietto.
  • Una volta arrivato in aereo, cerca il tuo posto: si trova vicino al finestrino (window seat) o dal lato corridoio (aisle seat)? Inoltre, prima del take off, il decollo, assicurati di chiudere bene la tua seat belt, la cintura di sicurezza.
  • Flight attendant, è il personale di bordo che vi accompagnerà e vi assisterà durante tutto il volo, che conosce più lingue. Se parti o torni in Italia, il personale parlerà sicuramente anche l'italiano, altrimenti dovrai ripiegare sempre sull'inglese.
  • Landing è la fase finale del tuo volo, l'atterraggio. Stai per arrivare finalmente alla meta e non vorresti fare altro che goderti la tua meritata vacanza. Manca tanto così.
  • Where do I get a taxi to the city center? Where is the bus station? A seconda che tu preferisca la comodità o una full immersion nella cultura del posto, ecco cosa chiedere per arrivare dall'aeroporto al centro della città.

Avrai sicuramente notato quanto l'inglese sia importante, se non fondamentale, nella vita di tutti i giorni. Parti con un bagaglio in più, la conoscenza dell'inglese: è l'unico che potrai portare con te gratuitamente e che ti tornerà utile non solo in aeroporto, ma anche nella vita.

 

Nel fra tempo puoi esercitare il tuo inglese con i nostri test gratuiti di Inglese online:

   TESTA IL TUO INGLESE

Argomenti: Travel&Fun

Commenti