LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Corsi di inglese per avvocati: programma e argomenti trattati

Pubblicato il 23/07/20 12.30

Corsi di inglese per avvocati_programma e argomenti trattati_Wall Street English

Imparare o perfezionare il proprio inglese è oggi una sfida necessaria e imprescindibile per qualsiasi professionista. La categoria degli avvocati non fa eccezione: anche chi opera in ambito legale sente sempre più viva la necessità di migliorare la propria competenza linguistica, per poter comunicare meglio, porre le basi per un avanzamento di carriera o aprirsi ad un contesto internazionale.

Comprendere e saper interpretare in modo rigoroso il quadro normativo europeo e degli altri paesi esteri, capire le necessità dei clienti che non parlano italiano e saper redigere atti e documenti ufficiali validi fuori dall’Italia sono competenze fondamentali: un ottimo inglese è il pilastro necessario su cui costruire queste abilità. Ma come sono strutturati i corsi di inglese per avvocati? Di seguito ti diamo alcune utili indicazioni.

 

Corso di inglese per avvocati: gli argomenti

Un corso di inglese per avvocati deve ovviamente partire dalla verifica del livello di partenza. Poi, deve permettere l’ampliamento del vocabolario, focalizzandosi soprattutto sul vocabulary building in ambito legale e commerciale. Come terzo step, deve potenziare tutte e quattro le competenze linguistiche di base: listening, speaking, reading e writing.

 

Il programma di un valido corso di inglese per avvocati deve poi trattare una varietà di tematiche legate al linguaggio legale ma anche più in generale alla comunicazione (leggi anche "Inglese giuridico: vocabolario di base che ogni avvocato dovrebbe conoscere").

 

Ecco alcuni argomenti che non possono mancare nei percorsi più validi:

  • esercitazioni di scrittura di documenti – spesso l’esito del lavoro di un avvocato è un documento scritto che ha valore legale. È pertanto importante che un corso di inglese rivolto alla categoria tratti di argomenti su come a redigere pareri, clausole, contratti e accordi a norma di legge. 
  • l’inglese per parlare con i clienti – il corso di inglese deve fornire gli strumenti per entrare in rapporto con i clienti, e consentire di sviluppare capacità comunicative chiare ed efficaci. È di primaria importanza acquisire la capacità di modificare registro e tono a seconda di chi abbiamo davanti.
  • L’inglese per la risoluzione di problemi – spesso gli avvocati si trovano a dover dare la loro interpretazione su contratti o norme specifiche. Una parte consistente del corso deve quindi focalizzarsi sull’analisi e sulla comprensione di materiale commerciale e contrattuale
  • L’inglese per le presentazioni – il corso deve aiutare l’avvocato ad esprimersi al meglio oralmente, e ad essere in grado di esporre una presentazione riguardo ad un tema specifico in modo impeccabile.
  • L’inglese per tenere telefonate e conference call efficaci – gran parte del lavoro dell’avvocato si svolge ormai tramite telefono o internet. È quindi fondamentale essere in grado di comprendere ed esprimersi con padronanza durante telefonate di lavoro e conference call.

Nei migliori corsi di inglese per avvocati, i temi elencati sono affrontati con l’ausilio di materiali reali (comunicazioni, estratti di documenti, corrispondenza varia) per permettere agli avvocati di immergersi in situazioni che rispecchiano nel concreto il loro lavoro quotidiano e le problematiche che si trovano ad affrontare ogni giorno. Le capacità di comprensione e scrittura vengono sviluppate mediante lo studio di casi reali, in ambiti cruciali come fusioni e acquisizioni, diritto dell’Unione Europea, diritto societario, diritto del lavoro e mercati dei capitali.

 

Inglese per avvocati: l’importanza della personalizzazione

Nessuno studente è uguale ad un altro, nessun avvocato ha le stesse competenze di base e le stesse esigenze di un altro. Le migliori scuole di lingue sono quelle che ti permettono di personalizzare il tuo corso di inglese, valutando il tuo livello di partenza e delineando un percorso unico quanto ad argomenti, focus, tempi e luoghi delle lezioni. 

Quelle che, sin dall’inizio, ti affiancano un consulente che ti guida nella scelta degli obiettivi e delle modalità di apprendimento. È il corso di inglese a doversi adattare ai molti impegni della tua vita professionale, non il contrario! Su quest'argomento, leggi anche l'articolo "La scuola di inglese che fa per te se hai bisogno di orari flessibili".

 

Il metodo di insegnamento Wall Street English consente l'apprendimento della lingua in modo naturale adeguandosi al ritmo di studio e alle specifiche esigenze dello studente. Scopri perché da oltre 40 anni le nostre scuole sono leader nel settore

SCOPRI IL NOSTRO METODO

 

La certificazione finale

Alla fine del corso, le migliori scuole di inglese rilasciano un attestato di frequenza e la possibilità di conseguire una certificazione ufficiale coerente con il Common European Framework, sistema elaborato dal Consiglio d’Europa per la valutazione della competenza in lingua straniera. Il CEFR prende in considerazione le diverse abilità - lettura, scrittura, ascolto e produzione orale - e individua tre fasce di competenza: A - Base, B-Autonomia e C-Padronanza, ulteriormente suddivise in 6 livelli (A1, A2, B1, B2, C1, C2) e 3 sottolivelli (A1+, B1+ e B2+). 

Una certificazione ufficiale ha validità internazionale ed è universalmente riconosciuta nel mondo del lavoro. Si tratta di un biglietto da visita importante per qualsiasi avvocato desideri un avanzamento di carriera a livello internazionale, o abbia la necessità di operare per conto di clienti stranieri. La certificazione potrebbe anche essere richiesta dall’azienda per cui lavora. 

 

Avvocati: corsi di inglese validi per la formazione professionale continua

Tutti gli iscritti ad un ordine professionale sono tenuti, secondo l'articolo 7 del Decreto del presidente della Repubblica 137/2012, a frequentare corsi di Formazione Professionale Continua (FPC). Come sai bene se svolgi questa professione, tale obbligo a partire dal 2014 interessa anche gli avvocati. In particolare, ogni iscritto all’ordine deve conseguire, nell’arco del triennio formativo, almeno 60 Crediti Formativi Professionali, con un minimo di 15 CFP ogni anno. 

In questo contesto, sono molti i professionisti che scelgono di assolvere il proprio obbligo frequentando un corso di inglese specifico per avvocati. Se anche tu stai valutando questa possibilità, stai solo attento a controllare che il corso che scegli sia non solo valido, ma anche autorizzato e accreditato dal Consiglio Nazionale Forense, che ha la responsabilità di promuovere e coordinare l’attività di formazione continua.

 

Vuoi seguire un valido corso di inglese per migliorare le tue competenze linguistiche? Scopri il corso English Fit for Business

SCOPRI DI PIÙ>>

Argomenti: Business English

Commenti