LA STRADA DEL SUCCESSO
INIZIA DA QUI

Parlare come un vero madrelingua: English Slang del 2020

Pubblicato il 30/06/20 12.30

Parlare come un vero madrelingua_English Slang del 2020_Wall Street English

Una delle cose a cui si ambisce maggiormente quando si impara una lingua straniera o quando ci si trasferisce sul posto e si comincia a parlare la lingua davvero è quella di somigliare il più possibile a un madrelingua, imparandone il lessico, l’intonazione, la pronuncia, lo slang… Molte persone che studiano inglese da anni, tuttavia, ancora suonano troppo distanti dall’accento inglese, accento che comunque varia di luogo in luogo.

Ma questo non significa che non sia possibile impararlo: per chi è più portato sarà più semplice, più naturale, per tutti gli altri basteranno alcuni consigli per esercitare e dunque migliorare la pronuncia, nonché un frasario contenente le espressioni più comunemente utilizzate dai parlanti madrelingua inglesi in modo da sembrare il più possibile uno di loro (leggi anche "7 aspetti della tua vita che cambiano dopo aver imparato una lingua straniera").

 

Ecco alcuni consigli per curare al meglio la lingua

  • Parti dalle basi: per sembrare un inglese madrelingua, devi parlare il più possibile come loro. Per questo è necessario partire dalle basi. Non è necessario conoscere perfettamente tutti i vocaboli e le regole grammaticali (del resto, neanche loro li conoscono), ma avere delle basi si: questo ti aiuterà a capire quando utilizzare un termine piuttosto che un altro, dove posizionarli nella frase, etc. Inoltre, con una buona base di partenza, ti sarà più facile assimilare le informazioni nuove.
  • Ascolta molto: così come facciamo da bambini, anche da grandi è importante ascoltare molto. Questo ha un duplice vantaggio: ci aiuta a imparare o migliorare le strutture delle frasi, simulando quelle dei madrelingua, e ci insegna qual è il modo corretto, il suono naturale delle parole. È bene ripetere che non esistono una pronuncia o un accento standard da poter emulare, ma sicuramente esiste un modo corretto e uno sbagliato di pronunciare una parola. Con l’ascolto riusciamo a curare anche il pitch, ossia l’intonazione della frase, che cambia di lingua in lingua. Ascoltare prodotti audio in inglese è molto semplice: si va dai testi delle canzoni (leggi anche l'articolo "Le TOP 10 canzoni in inglese da cantare sotto la doccia") ai podcast, dai film ai video su Youtube e così via, serve solo un po' di inventiva per avere a nostra disposizione dei mezzi utili e spesso anche in maniera gratuita.
  • Fai tanta pratica: una volta che avrai delle buone basi e le avrai assimilate con l’ascolto, allora tocca a te! Per evitare che le tue conoscenze rimangano note solo a te stesso, devi cominciare a praticare, a scioglierti, a parlare (potrà esserti utile leggere anche l'articolo "Pratica la tua pronuncia in inglese con questi scioglilingua").
    Ci sono tante persone che hanno delle ottime basi, ma non sanno parlare. Se sei una persona timida e non riesci a buttarti subito, allora pratica quando sei a casa, magari da solo, davanti a uno specchio. Parla, e registrati. Così, risentendoti, saprai anche cosa c’è da migliorare. Se, invece, non sei affatto una persona timida, allora è arrivato il momento di parlare direttamente con gli inglesi e gli americani! 

 

Wall Street English si avvale di un metodo innovativo per l'insegnamento dell'inglese basato sull'apprendimento naturale della lingua. Ecco perché milioni di studenti nel mondo hanno scelto le nostre scuole. Scopri in cosa consiste il nostro esclusivo metodo.

SCOPRI IL NOSTRO METODO

Sii il più naturale possibile 

E per essere il più naturale possibile, oltre a provare a imitare gli inglesi, utilizza le loro espressioni preferite. Così come loro, anche tu puoi utilizzare queste espressioni – ovviamente in contesti informali! – per comunicare “in codice” e sentirti veramente parte del gruppo. In questo caso, trattandosi di una lingua parlata da molte persone provenienti da luoghi diversi e distanti tra loro – e quindi con un background e una cultura totalmente differenti – anche lo slang sarà molto variegato. Inoltre, bisogna ricordare che la lingua è in continua evoluzione, e vive grazie e attraverso le persone: per questo motivo le espressioni cambiano col tempo, vengono sostituite, cadono in disuso, etc. soprattutto nel caso dello slang, che può nascere da una particolare moda o da qualcosa che è molto importante in quel preciso momento e dopo poco non lo è più.

 

Ecco le espressioni che attualmente vengono utilizzate maggiormente

 

  • AF è un acronimo che significa As a Friend, ossia “come amico” ed è utilizzato nella lingua scritta. Ad esempio, nella frase “He is not my boyfriend, he is just AAF” (non è il mio ragazzo, è solo un amico). Una variazione è AABF, che sta per As a Best Friend, e indica il migliore amico.
  • BAE acronimo che sta per Before Anyone Else: indica una persona speciale, che sia un familiare, un amico o qualcosa di più.
  • Collecting receipts descrive la pratica di raccogliere screenshots, foto o video come prove per avvalorare la propria tesi.
  • DIG indica che a qualcuno piace veramente qualcosa. 
  • Left on read nell’era di WhatsApp e della messaggistica istantanea, indica che qualcuno ha ricevuto il tuo messaggio, ma non ha risposto. Questa espressione, considerata quasi un insulto, ha origine dalle spunte di iMessage che mostrano, appunto, se una persona ha letto o meno un messaggio.
  • Snatched Looking snatched indica che la persona di cui si sta parlando ha un bell’aspetto, che segue i trend del momento in fatto di moda. Questo termine ha sostituito la vecchia espressione on fleek che significa “alla perfezione”.
  • Sus è l’abbreviazione della parola suspect. To be sus indica che la persona a cui ci si riferisce sta probabilmente nascondendo qualcosa.
  • Stan indica i fan sfegatati di un personaggio famoso. Si è cominciata a usare questa parola in seguito alla pubblicazione del brano di Eminem, Stan.
  • Tea gossip. To spill tea about someone significa parlare male alle spalle di qualcuno. What’s the tea? Si usa per chiedere a qualcuno se ci sono novità sul fronte gossip.
  • Wig che normalmente significa “parrucca”, nello slang viene utilizzato come esclamazione in risposta a qualcosa di così assurdo da far volar via la parrucca, che la si indossi o meno (nei Paesi anglosassoni, soprattutto in America, è molto comune indossarne una).

Queste sono solo alcune delle espressioni più utilizzate, dato che sono in continuo mutamento. Prova a utilizzarne qualcuna o a ricercarle nei discorsi del tuo gruppo di amici, per sentirti pienamente uno di loro.

 

Imparare le espressioni tipiche della lingua inglese, non solo ti farà sembrare un vero madrelingua, ma è un esercizio utile oltre che divertente. Per te un e-book gratuito per praticare la lingua con simpatici quiz, giochi e articoli in inglese. 

SCARICA IL CONTENUTO GRATUITAMENTE

Argomenti: Travel&Fun

Commenti